Festa del cinema di Roma, tutte le novità della rassegna in scena all’Auditorium di Roma dal 26 ottobre al 5 novembre

Festa del cinema di Roma, tutte le novità della rassegna in scena all’Auditorium di Roma dal 26 ottobre al 5 novembre

18 Ottobre 2017 0 Di Francesca Pierpaoli

Ci siamo quasi. Dal 26 ottobre al 5 novembre Roma diventa la Capitale del Cinema. Prende il via, infatti, la dodicesima edizione della Festa del Cinema che si tiene all’Auditorium Parco della Musica e in altri luoghi della Città Eterna.

Sotto la direzione di Antonio Monda, riconfermato per un altro triennio e forte del +18% di pubblico dello scorso anno, il festival punta molto sui concetti di varietà, continuità e identità: Monda ha sempre sottolineato la voglia di portare a Roma una contaminazione tra generi e settori, dall’horror al western. Così come tiene molto al ritorno mediatico del festival, specie sulla stampa internazionale.

Una festa del cinema internazionale

L’apertura sarà riservata a Hostiles di Scott Cooper, alla presenza di Rosamund Pike, ma non del protagonista Christian Bale. Già in odore di Oscar e ambientato nel 1892, il film racconta la storia di un leggendario capitano dell’esercito (Christian Bale) che accetta con riluttanza di scortare un capo guerriero Cheyenne in punto di morte (Wes Studi) e la sua famiglia fino alle loro terre natie.

Hostiles, di Scott Cooper.

Nel finale del festival, invece, è atteso l’italiano The Place di Paolo Genoese con Valerio Mastandrea, Marco Giallini, Sabrina Ferilli. E’ la prima prova di Genoese dopo il grande successo di Perfetti Sconosciuti e si pone un unico grande interrogativo: quanto siamo disposti a spingerci oltre per realizzare i nostri sogni?

Tra i film particolarmente attesi troviamo Detroit, della regista Premio Oscar Kathryn Bigelow (Point Break, Strange Days,The Hurt Locker, Zero Dark Thirty), che trascina lo spettatore nel 1967, in uno degli episodi più sanguinosi della moderna storia americana, quando tra le strade della città si consumò un vero e proprio massacro ad opera della polizia.

Detroit, di Kathryn Bigelow

Altri film da tenere d’occhio sono Last Flag Flying di Richard Linklater e Logan Lucky di Steven Soderbergh.

Last flag flying, di Richard Linklater.

Il cinema italiano è in tono minore, con i soli fratelli Taviani in Selezione ufficiale, con Una questione privata. Al riguardo Monda è molto chiaro: “la nostra linea è selezionare – non allargare – il numero dei film scegliendo solo quelli di cui eravamo assolutamente convinti”, dichiara infatti.  Un altro film italiano che sarà presentato in anteprima è La ragazza nella nebbia, tratto dall’omonimo romanzo di successo di Donato Carrisi.

Una questione privata, dei Fratelli Taviani

All’insegna della varietà

La dodicesima edizione guarderà molto all’arte attraverso musica, animazione e letteratura. Saranno presentati infatti un documentario su Bob Dylan e uno su Maria Callas; e inoltre Mazinga Infinity e The Breadwinner nella sezione Alice nella Città, dedicata al cinema per ragazzi e young adult. Tra gli Incontri Ravvicinati, la serie di appuntamenti con gli autori, ci sarà quello con Chuck Palahniuk, diventato famoso già con il suo romanzo di debutto Fight Club.

Mazinga Infinity.

Il programma completo del festival e tutte lnfo sono disponibili al seguente link