Firenze, nasce la Casa del Cinema della Toscana

Firenze, nasce la Casa del Cinema della Toscana

24 Ottobre 2016 0 Di Miranda Parrini

Viene alla luce la “Casa del Cinema della Toscana”. La realizzazione del progetto culturale, che dal 2010 ha visto impegnati la Regione Toscana e la Fondazione Sistema Toscana, nell’ambito dell’Accordo di programma quadro tra Stato e Regione Toscana.

Apre la Casa del Cinema della Toscana

Con il beneaugurante brindisi inaugurale ha aperto i battenti, nel cuore di Firenze, la nuova Casa del cinema della Toscana, ospitata nella rinnovata struttura dove aveva sede il teatro della Compagnia di via Cavour.

A fare gli onori di casa è la vicepresidente e assessora regionale alla Cultura Monica Barni, mentre a Fondazione Sistema Toscana gestirà la “Casa del Cinema della Toscana”.

L’intervento di riqualificazione, di grande qualità architettonica, è stato censito tra le opere di eccellenza, insignito dalla Fondazione Giovanni Michelucci e dal Ministero per i Beni e le Attività culturali.

Un grande investimento economico per il cinema

Oltre 5,5 milioni di euro, provenienti da risorse pubbliche, quelli spesi per la struttura che ospiterà la “Casa del Cinema”, di cui 3,6 milioni di euro per l’acquisto dell’ex cinema, dopo il fallimento del gruppo Cecchi Gori, 1,5 milioni per i lavori di riqualificazione, che si sono protratti nel tempo a causa di burocrazie e patti di stabilità.

Saranno realizzati entro il 2016 progetti per un investimento pari ad euro 1.871.000,00.

L’investimento statale complessivo ammonta ad euro 13.750.000,00 per interventi tutti ad un elevato livello di esecutività progettuale, a cui si aggiungono investimenti di privati per circa 15 milioni di euro per oltre 20 progetti sperimentali per creare nuovi profili professionali, attrarre investimenti e accrescere l’affluenza di pubblico nelle sale cinematografiche.

Scopo del progetto, incentivare l’industria dell’audiovisivo con una serie di interventi mirati che si concentreranno intorno a tre aree:

  • la creazione di nuove figure professionali per concentrata sull’asse Prato – Pisa, punterà a valorizzare la capacità di storytelling sia tradizionali che applicate al mondo scientifico;
  • l’attrazione di investimenti del Fondo per le produzioni, per il sostegno di nuovi generi quali web series e videogame e lo sviluppo di sceneggiature legate ai temi della committenza e del mecenatismo rinascimentale;
  • la partecipazione del pubblico, con la sala multifunzionale della Casa del Cinema, dotata delle più moderne tecnologie di proiezione cinematografica.

La Casa del Cinema sarà aperta 340 giorni l’anno, di cui 110 dedicati ai festival e 230 alla programmazione di documentari e altri eventi, in grado di ospitare un piano di attività legato non soltanto alla produzione cinematografica ma anche ad eventi di spettacolo dal vivo, ad altre forme di arte e cultura, a convegni e manifestazioni.

Il progetto intende anche valorizzare l’archivio della Mediateca regionale, con i prodotti audiovisivi realizzati grazie a Sensi Contemporanei e altri interventi di comunicazione digitale ed eventi , che riguardano la trasmissione della memoria storica della tragica alluvione dell’alluvione del 1966, di cui ricorre il 50° anniversario.

Investire in cultura, ed in particolare nel settore cinematografico ed audiovisivo, è un modo per scommettere sul futuro, sulla creatività dei giovani, sulla crescita dei territori – sottolinea in una nota il presidente della Regione Enrico Rossi – puntiamo a far crescere il nostro cinema di qualità e la sperimentazione di nuovi linguaggi, e a sostenere la produzione audiovisive, con la creazione di nuove imprese e posti di lavoro nel settore culturale.

E’ prevista anche la nascita, a Pisa e Prato, delle “Manifatture Digitali Cinema”, un progetto che include attività di formazione di figure legate al cinema e all’audiovisivo e la creazione di un Cineporto con servizi alla produzione, come spiega Stefania Ippoliti, responsabile Mediateca e area cinema Fondazione Sistema Toscana.

All’inaugurazione ha presenziato, tra le autorità, anche il sindaco di Firenze Dario Nardella, che ha espresso apprezzamenti comunicando anche su twitter

 Ero curioso di vedere questo luogo. Quando sono entrato ho avuto un tuffo al cuore. Grazie Toscana.

 

casa-cinema

E la Casa del cinema entra subito in piena attività, dal momento che il primo appuntamento + previsto per il 27 e il 28 ottobre, 50 giorni cinema” , organizzata da Sensi Contemporanei.