Formula E: prossima tappa al Messico City E-Prix

Formula E: prossima tappa al Messico City E-Prix

13 Febbraio 2019 0 Di Pietro Nigro

Si terrà a Città del Messico la prossima tappa del campionato di Formula E. La gara a 2.200 metri di quota metterà a dura prova i team, Nissan e Bmw chiamate a far bella figura,

Formula E, prossima tappa alle alte quote Del Mexico City E-Prix

Si preannuncia una gara molto impegnativa per uomini e mezzi quella del Mexico City E-Prix, che si terrà nel prossimo week end per il campionato di Formula E, ospitata all’autodromo Hermanos Rodrìguez di Città del Messico.

La tappa messicana, infatti, si svolge a 2.200 metri sul livello del mare, nel circuito più alto nel calendario del campionato di Formula E ABB FIA. Dove saranno soprattutto la bassa pressione dell’aria e i limitati livelli di ossigeno a rappresentare la vera sfida, perché con queste condizioni diventa più difficile raffreddare il propulsore e la batteria delle vetture 100% elettriche di Formula E.

L’evento di sabato a Città del Messico inizierà alle 07:30 ora locale, quando saranno le 14:30 in Italia, e prevede prove, qualifiche e gara in un’unica giornata, eliminando la sessione di collaudo del venerdì, mentre la gara di 45 minuti (più un giro) è programmata per le 16:03 ora locale (23:03 ora italiana).

 

Nissan chiama i suoi alla verifica

E quella di Città del Messico sarà una importante occasione di verifica delle potenzialità della Nissan, alla sua prima stagione in Formula E e reduce dal primo successo all’attivo, il record per il miglior tempo di qualifica del campionato registrato da Sébastien Buemi dopo i primi tre round. La pole position ottenuta dal pilota a Santiago del Cile è stata la prima per Nissan nella sua prima stagione.

Questa settimana, Buemi e il compagno di squadra Oliver Rowland sono chiamati aconfermare la prestazione ottenuta in Cile anche durante il programma di Città del Messico.

“A Santiago abbiamo tenuto il giusto ritmo – ha dichiarato Michael Carcamo, Global Motorsports Director di Nissan – Ora il nostro obiettivo è convertire quel ritmo in risultati concreti a Città del Messico: la vittoria è dietro l’angolo, ne siamo assolutamente certi. Nella prima tappa, durante i giri iniziali, abbiamo mantenuto le prime due posizioni. In Marocco siamo stati sfortunati, perché alla prima curva abbiamo dovuto allargare la traiettoria mentre correvamo nel gruppo di testa. Poi, in Cile, dopo la partenza in pole position abbiamo dominato per la maggior parte della gara. Il livello della competizione è altissimo, ma il nostro ritmo complessivo risulta estremamente costante. Se riusciamo a mantenere la giusta velocità per tutto il tempo necessario, i risultati non si faranno attendere”.

Nissan e.dams ha completato un chilometraggio virtuale importante in preparazione del prossimo weekend, dato che entrambi i piloti hanno effettuato i collaudi con il simulatore del team. I test continueranno domenica a Città del Messico, con una prova ufficiale nella cornice del campionato. Test che, per l’appunto, saranno molto interessanti per via dell’aria rarefatta.

“A Città del Messico l’aria è rarefatta e le curve sono strette – conferma Jean-Paul Driot, Team Principal di Nissan e.dams – Sarà una sfida molto diversa rispetto a Santiago, dove invece c’erano tantissimi rettilinei. Ci sono ben 18 curve in poco più di 2 chilometri, cosa che rende le gare molto movimentate, ma noi resteremo concentrati. Qui anche la strategia gioca un ruolo importante, in particolare per quanto riguarda la potenza extra fornita dall’attivazione dell’Attack Mode. Il nostro obiettivo per sabato sarà quello di chiudere la gara con un risultato eccellente, per poi proseguire con i test di domenica come previsto dal nostro programma di sviluppo”.

BMW I Andretti punta al top

Ma anche il team BMW i Andretti cerca conferme in Messico: dopo aver ottenuto tre importanti risultati nella prima parte della stagione, si punta ora direttamente ai risultati top della quarta prova del capionato di Formula E, dove la prima uscita della flotta di BMW i8 Coupe Safety Car potrebbe costituire ua ulteriore attrazione.

“In Messico vogliamo raccogliere i frutti del nostro lavoro di diverse settimane – ha detto Jens Marquardt, direttore di BMW Motorsport – Dopo la vittoria a inizio stagione, abbiamo chiaramente avuto il potenziale per finire sul podio sia in Marocco che in Cile ma per varie ragioni non siamo riusciti a convertire le nostre buone prestazioni in buoni risultati. Questo è allora il nostro obiettivo per il Messico: arrivare a punti con entrambe le BMW iFE.18″.

Tra l’altro, il circuioto messicano presenta una combinazione di parti della pista storica e di parti moderne nello stadio, come fa notare Roger Griffiths, Team Principal BMW i Andretti Motorsport:
“Il giro sarà impegnativo ed entusiasmante per i piloti e anche per i fan – spiega – La nostra coppia di piloti arriva con un diverso livello di esperienza, perché è la quarta gara per António Felix Da Costa e la prima per Alexander Sims. Ma abbiamo visto che Alexander è uno studente veloce, la sua conoscenza ed esperienza della Formula E è in rapida espansione e sono sicuro che otterrà rapidamente il massimo dalla macchina e con questo successo. António, invece, ha già dimostrato la sua velocità nelle precedenti gare e in particolare nelle qualifiche”. E non va dimenticato che Da Costa, l’anno scorso, a Città del Messico, si è anche qualificato per la SUper pole.

Fan chiamati a votare on line

Anche questa volta i tifosi possono sostenere team e piloti della Formula E con il loro voto on line, grazie al FanBoost, il sistema che attribuisce a cinque piloti un extra boost di energia che può essere impiegato nella apposita finestra di cinque secondi nella seconda metà della gara.

Il voto dei tifosi viene espresso nei sei giorni precedenti e fino ai primi 15 minuti di gara, può essere espresso però una sola volta al giorno da ciascun fan in uno dei tre modi previsti: online al sito https://fanboost.fiaformulae.com/, attraversola appa ufficiale Formula E App appure su Twitter usando l’hashtag #FANBOOST insieme al primo e ultimo nome del pilota in un unico hashtag.

BMW mette in pista le Safety car

E Bmw, che è anche Official Vehicle Partner della quinta stagione del campionato di Formula E ABB FIA mette in pista a Città del Messico anche la flotta di Safety Car.

Si tratta della BMW i8 Coupe Safety Car, modificata con i componenti della BMW M, che consuma combined fuel consumption: 1.8 l/100 km in propulsione combinata,  ; combined energy consumption 14.0 kWh/100 km in propulsione a energia, 42 g/km)* di emissioni di Co2.

E le nuove Safety car si aggiungono alle BMW i3s assegnate al “Race Director Car” e le BMW 530e iPerformance assegnate al servizio delle auto mediche.