Gattuso, terrone calabrese tra i terroni napoletani. Nel nome di Gennaro…

Gattuso, terrone calabrese tra i terroni napoletani. Nel nome di Gennaro…

12 Dicembre 2019 0 Di Marino Marquardt

Dalle mollezze di un allenatore alle soglie del prepensionamento al ringhio di chi inizia la carriera in panchina.

Gattuso, terrone calabrese tra i terroni napoletani. Nel nome di Gennaro

Dalle mollezze tipiche di Chi è alle soglie del pensionamento alle asprezze e ai ringhii di Chi è all’inizio della carriera in panchina.

Il Terrone per sua stessa definizione vuol fare sul serio, la carta all’ombra del Vesuvio vuol giocarsela bene il sanguigno Calabrese.

E’ un Sergente di Ferro, Rino Gattuso. Un sergente di Ferro che ha fatto dell’appartenenza alla Terronia motivo di orgoglio e di fierezza.

Un Terrone della Calabria tra i Terroni della Campania.

Gente autentica unita dalla magia e dalle suggestioni di un nome: Gennaro.

E non poteva essere diversamente, il feeling con la città fin dal primo giorno è stato inevitabile.

Idee chiare per una impresa non semplice.

Gattuso dovrà rimettere insieme i cocci del Napoli lasciato da Carlo Ancelotti; dovrà risucchiare molti punti alle Squadre che precedono in classifica quella che da ieri è la sua Squadra; dovrà restituire ai Giocatori quello Spirito Guerriero narcotizzato dalla pacatezza Ancelottiana.

Per farlo adotterà il 4-3-3, lo schema di gioco prediletto da Maurizio Sarri.

Ma lo schema non può bastare da solo per riportare il Napoli in auge.

Occorrono i giocatori adatti ad interpretarlo. E se sarà confermato lo smantellamento della collaudata Linea d’Attacco Sarriana; se sarà confermato che dei tre ancora efficienti Nanetti – Mertens, Insigne e Calleijon – resterà soltanto il ricordo, allora per Gattuso il lavoro si profila ancora più complicato.

Detto ciò, il privare la Squadra dei Tre Migliori Interpreti della Linea d’Attacco rappresenterebbe l’ennesima scelleratezza di un Presidente-Padrone analfabeta in materia di Calcio.

Senza dire che – pazza idea – Gattuso potrebbe provare il tridente Insigne-Milik – Mertens con Calleijon – pazzissima idea – nel ruolo di Regista d’Attacco.

Folle Idea per gli Ortodossi mediatici della Pedata…

Ma la spregiudicatezza ed il coraggio talvolta cambiano la storia. E possono cambiare anche quella del Calcio e dell’attuale stagione del Napoli…

Ps. Avviso agli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dalla scrittura corrente sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola. Amen!

12/12/2019 h.07.45