Gianfranco Fini sempre più nei guai. Sequestrate polizze vita da 1 milione

Gianfranco Fini sempre più nei guai. Sequestrate polizze vita da 1 milione

29 Maggio 2017 0 Di Marino Marquardt

Inchiesta sul Re Mida delle slot machine e su Elisabetta Tulliani, la Dda sequestra due polizze vita di Gianfranco Fini per un milione di euro.

Sequestrate le polizze di Gianfranco Fini

Un milione di euro. È il valore delle polizze vita sequestrate a Gianfranco Fini dalla Guardia di finanza, che ha eseguito il decreto su richiesta della Dda di Roma.

Il provvedimento riguarda due polizze vita ed è relativo all’inchiesta che ha portato in carcere l’imprenditore Francesco Corallo (Re Mida delle slot machine e del gioco d’azzardo on line), inchiesta in cui l’ex presidente della Camera è indagato con la compagna Elisabetta Tulliani e il cognato Giancarlo Tulliani. L’accusa per Fini è di riciclaggio.

Come è noto, l’inchiesta riguarda circa sette milioni di euro di profitti illeciti accumulati da Elisabetta Tulliani, consorte dell’ex presidente della Camera, da suo fratello Giancarlo e dal padre Sergio. Nel mirino anche l’affare della casa di Montecarlo.

L’accusa rappresenta uno sviluppo dell’indagine che il 13 dicembre scorso aveva portato all’arresto di Francesco Corallo e dei suoi stretti collaboratori Rudolf Baetsen, Alessandro La Monica, Arturo Vespignani e l’ex parlamentare di An e Forza Italia Amedeo Laboccetta, poi scarcerato dal tribunale del Riesame che aveva ritenuto non più necessarie le esigenze cautelari.

Corallo e i suoi presunti complici sono accusati di associazione per delinquere finalizzata ai reati di peculato, riciclaggio e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.

I profitti illeciti riciclati attraverso società offshore ammontano a oltre 250 milioni di euro, secondo l’accusa, e sono stati reinvestiti da Corallo in attività economiche e finanziarie, nonché in operazioni immobiliari. Oltre cinque milioni di euro sono stati invece girati dall’imprenditore delle slot machine ai tre componenti della famiglia Tulliani.

Il sequestro di oggi delle polizze vita indica la convinzione da parte degli inquirenti di un coinvolgimento attivo di Fini negli affari di famiglia.

E le polizze vita sequestrate questa mattina potrebbero essere – secondo i maligni – uno escamotage per tenere lontano dai riflettori l’ulteriore milione. Un salvadanaio da rompere con l’aggiunta dei relativi interessi maturati, una volta passata la bufera…