Gli AC75 sono pronti a volare.

Gli AC75 sono pronti a volare.

14 Dicembre 2020 0 Di Nicholas Rinaldi

Cosa sono gli AC75? Sono le barche dell’Americas Cup 2021. Sono veri è propri bolidi da pelo d’acqua. Si sollevano dall’acqua man mano che prendono velocità. La novità sono queste nuove barche che coniugano l’aerodinamica degli aerei a quella delle barche. Queste barche sono pensate per volare. Non solo vengono considerati tutti gli aspetti legati alla fluidodinamica dello scafo che tradizionalmente sta in acqua ma soprattutto all’aerodinamica dello scafo quando non sta in acqua.  Non è uno scherzo. Queste barche sono state studiate per massimizzare le proprie performance fuori dall’acqua. Solo una piccola parte resterà sott’acqua. Queste parti sommerse sono le derive retrattili, dotate di alettoni, e i timoni. Queste piccole appendici in carbonio sono in grado di generare delle forze portanti tali da sollevare tonnellate.


Nei giorni scorsi Team Luna Rossa ha incontrato Team New Zeland nelle acque di Auckland per un test. I Neozelandesi hanno dimostrato a tutti la loro forza “sverniciando” la barca italiana. Come spesso accade in queste circostanze, tra tatticismi e strategie varie, non è detto che ciò che abbiamo visto rappresenti la realtà. Luna Rossa ha adottato nuove modifiche sulla seconda barca varata per l’Americas Cup. Intanto vediamo che la prua scende in acqua con una chiglia sottilissima. Secondo gli esperti questa chiglia servirebbe a produrre una resistenza aerodinamica tale da produrre un momento raddrizzante della barca. Secondo altri permetterebbe alla barca di contrastare un eventuale straorza a basse velocità, ovvero al passaggio delle boe. Fatto sta che le differenze e le scelte tecniche adottate, dai 4 partecipanti alla PRADA Americas Cup, si somigliano per alcuni versi ma per altri sono del tutto radicali.

I 4 Team dell’Americas Cup si sfideranno il 17 dicembre

Tra soli 3 giorni avremo la Prada Christmas Race, ovvero una competizione che non influenzerà l’Americas Cup che avverrà a febbraio ma servirà per capire come stanno le cose. 4 regate mach race al giorno per mettere sotto pressione i detentori della coppa che per la prima volta metteranno sul tavolo le proprie carte prima della finale di Coppa. Infatti i detentori non aspetteranno il termine della selezione dello sfidante per competere. Quest’anno creeranno spettacolo sin da subito e mostreranno quanto sono forti e se lo sono per davvero.