Gran Premio del Brasile, piove a dirotto: giornata a metà

Gran Premio del Brasile, piove a dirotto: giornata a metà

16 Novembre 2019 0 Di Redazione In24

Giornata pressoché dimezzata quella di venerdì al Gran Premio del Brasile: la pioggia battente ha ostacolato le prove del mattino. Al termine, Vettel e Leclerc occupano i primi posti.

Gran Premio del Brasile, giornata di prove sotto la pioggia a dirotto

Il venerdì del Gran Premio del Brasile è stata una giornata che la Scuderia Ferrari Mission Winnow, al pari degli altri team, è riuscita a sfruttare solo per metà. A condizionare il programma è stata la pioggia, caduta in modo torrenziale fino a poco prima dell’inizio della prima sessione di #provelibere.

Nel pomeriggio la sessione è invece stata asciutta e ha visto #sebastianvettel e #charlesleclerc occupare i primi due posti della classifica pur con tempi che sono destinati a scendere in maniera significativa man mano che le condizioni della pista miglioreranno, come ci si attende, da domani.

Quando alle 11 del mattino è scattata la luce verde in pitlane cadevano solo poche gocce, ma la pista era molto bagnata, con vere e proprie pozzanghere in alcune curve.

I primi a scendere in pista sono stati Charles e Sebastian che hanno approfittato della situazione per provare entrambe le tipologie di pneumatici da bagnato. La sessione è iniziata infatti con le gomme Wet per poi passare alle Intermedie. I tempi, tuttavia, non sono stati significativi. Nel finale della sessione la pista ha incominciato ad asciugarsi e così sia Seb che Charles hanno potuto montare gomme da asciutto, optando per la mescola morbida, ottenendo i rispettivi migliori tempi in 1’17”041 e 1’17”285. Solamente 13, tuttavia, i giri completati da ciascuno.

Vettel: Abbiamo capito cosa serve per far progredire la vettura

“La vettura era buona, ma non è stato affatto facile oggi in pista con le condizioni meteorologiche che hanno reso complicato girare in maniera continuativa. Credo tuttavia che abbiamo capito di che cosa c’è bisogno per far progredire la vettura. – ha detto poi Sebastian Vettel #5 – Il mio ritmo è stato migliore sul giro secco rispetto a quello che sono riuscito a tenere in configurazione gara. In questo senso abbiamo bisogno di trovare più grip, lavorando sul bilanciamento della vettura per ottimizzarla in vista dei long run. Sono convinto che possiamo fare un passo avanti anche se credo che la corsa non sarà facile per noi perché mi aspetto che i valori in campo siano simili a quelli degli ultimi due Gran Premi. Ora ci dobbiamo concentrare sulle modifiche da fare per migliorare la nostra performance. Domani capiremo meglio che cosa ci possiamo aspettare da qualifica e gara”.

La sessione del pomeriggio è stata molto più significativa. I piloti della Scuderia Ferrari Mission Winnow hanno potuto lavorare con le gomme medie e quelle morbide così da perfezionare l’assetto in vista delle qualifiche e della gara. Il primo a far segnare un tempo è stato Charles Leclerc in 1’10”297 seguito poco dopo da Sebastian Vettel in 1’10”157. Prima di cambiare mescola il monegasco è sceso a 1’09”820 con Seb che ha saputo fare meglio in 1’09”570. La simulazione di qualifica ha poi visto le due SF90 scendere in pista con gomme morbide e ancora una volta è stato Vettel a centrare il miglior riscontro cronometrico. Charles aveva fatto segnare 1’09”238, ma poco dopo Sebastian ha abbassato il limite di 21 millesimi, girando in 1’09”217.

Leclerc: Siamo competitivi anche sotto la pioggia

Tutto sommato soddisfatto anche Charles Leclerc #16“Nel complesso quella di oggi è stata una giornata positiva. Il nostro ritmo in configurazione da qualifica sembra buono, mentre abbiamo ancora del lavoro da fare per migliorare il nostro passo in vista della gara. Sono anche contento di aver potuto girare con la pioggia ed è per questo che ho chiesto di scendere in pista il prima possibile in mattinata. – ha detto Leclerc – Certo, quelle condizioni non erano veramente rappresentative perché sembra che non le ritroveremo domani e domenica quando ci aspettiamo temperature più alte e poca pioggia. Tuttavia è stato positivo vedere che anche in quelle condizioni eravamo competitivi. Di sicuro c’è la possibilità di migliorare e faremo in modo di lavorare sulle modifiche da apportare domani. Affrontiamo le qualifiche sapendo che dovremo scontare una penalizzazione in griglia, ma questo per me non cambia nulla. Sarà importante spingere al massimo per poter scattare più avanti possibile”.

Negli ultimi 35 minuti della sessione il lavoro si è concentrato sulla preparazione della gara con due long run eseguiti con mescole differenti: Leclerc ha girato con gomme medie, Sebastian con pneumatici morbidi. Complessivamente il tedesco ha percorso 30 giri, il monegasco 35.

Domani la pista dovrebbe essere più gommata ed è dunque lecito aspettarsi un consistente abbassamento dei tempi sul giro. Alle 12 (16 CET) è prevista la terza sessione di #provelibere, che precederà la qualifica delle 15 (19 CET). Il Gran Premio del #brasile prenderà il via domenica alle 14.10 (18.10 CET).