Home Politica Politica italiana Guerra alla povertà, troppi paletti. Il Reddito rischia di mettere nei guai...

Guerra alla povertà, troppi paletti. Il Reddito rischia di mettere nei guai i 5S

128
0
DiMaio Adnkronos Def

Avviso ai Cinquestelle: “Passata la festa, gabbato lo Santo”, recita l’antico adagio…

I pentastellati facciano bene i conti, ne va della loro sopravvivenza

Facciano allora bene i conti e valutino attentamente le modalità di accesso al Reddito di Cittadinanza, i pentastellati. Con il precipitoso annuncio dal balcone di avere sconfitto la povertà hanno alimentato grandi attese e grandi illusioni in quanti se la passano male. E ora il ricordo di quel proclama notturno potrebbe trasformarsi in boomerang. La gente ha le orecchie a terra ed è pronta a recepire segnali di imbarazzo. Ed è pronta ad inveire contro chi l’ha eventualmente ingannata

E’ evidente, dunque, che i Cinquestelle pagheranno caro l’eventuale bluff se si scoprirà che il Reddito di cittadinanza nasconde trucchi, se si scoprirà che la platea degli aventi diritto non sarà di cinque milioni ma si ridurrà a pochi “fortunatissimi” disgraziatissimi, se si scoprirà che la sconfitta della povertà si rivelerà soltanto come un propagandistico annuncio, se i proclami e le grancasse saranno smentiti dai fatti. Guai a compiere ingiustizie tra i poveri, guai a distribuire il tozzo di pane in maniera iniqua.

Il Reddito di Cittadinanza – se non maneggiato con capacità e cautela – è insomma una bomba sociale che può scoppiare tra le mani dei Cinquestelle

Luigi di Maio – dopo le fughe in avanti – presumibilmente ora è sulla graticola. Col Reddito ha giocato la partita della sua vita politica. Ora – a sentire gli spifferi che fuoriescono dal Palazzo relativi pali e paletti, a troppi “se” e a troppi “ma” attorno alla Misura – rischia di fare la stessa fine che fece Matteo Renzi col Referendum costituzionale. Il Reddito male applicato potrebbe trasformarsi in bomba sociale e condurre il M5s alla tomba

Il Reddito di Cittadinanza, insomma, da elisir propagandistico di successo a veleno che potrebbe portare alla tomba il M5s.  Il passaggio da toccasana ad arsenico potrebbe essere brevissimo.  Stiano attenti i Cinquestelle!

In tempi post-ideologici gli elettori non più fidelizzati non perdonano. Chi sbaglia, chi tradisce le promesse è perduto.

C’e poco da esultare e da perdere tempo in festeggiamenti, dunque. Facciano bene i conti, tengano ben presente le promesse fatte ai cinque milioni di poveri, e si sbrighino a compilare i decreti attuativi, gli uomini di Di Maio. Ogni ritardo potrebbe dar fiato alle Cassandre ed essere sintomo di disagio e di incapacità normativa.

Italia Notizie 24 finora è stata tra i pochi Media a non diffondere allarmismi né a fare terrorismo mediatico. Ha seguito le vicende governative sospendendo ogni forma di giudizio in attesa di verificare i fatti. Da oggi, però, di fronte ad eventuali giochi delle tre carte, è pronta – nel suo piccolo – a mordere.

Detto ciò, se il Reddito di Cittadinanza dovesse tradursi in uno sberleffo per gli Ultimi, i Promotori di questa Legge si precipitino a cambiare mestiere. Prima che li costringano a farlo gli elettori.

31/12/2018   h.09.00