Hamsik come Maradona! Napoli al comando, Spalletti vede le streghe e Allegri se la ride

Hamsik come Maradona! Napoli al comando, Spalletti vede le streghe e Allegri se la ride

17 Dicembre 2017 0 Di Marco Martone

Il tonfo interno dell’Inter consente al Napoli, che batte il Toro, di tornare da solo in vetta alla classifica. Vincono anche Juventus e Roma. Il Milan sempre all’inferno, nonostante Gattuso.

Nuovo ribaltone in campionato. Il Napoli approfitta dello scivolone casalingo dell’Inter contro l’Udinese e si riappropria del primo posto in classifica, ceduto ai nerazzurri due settimane fa, dopo la sconfitta interna con la Juventus. E ora al secondo posto, dietro gli azzurri, c’è proprio la squadra di Allegri. 

Una giornata che ha riservato emozioni e sorprese, a cominciare proprio dalla battuta d’arresto dell’Inter sul proprio terreno di gioco. La squadra di Spalletti, che già in settimana aveva denotato segnali di stanchezza in Coppa Italia contro il Pordenone, superato solo ai rigori, ha rimediato una sconfitta netta nel risultato (1-3) ma anche nella prestazione, visto che per lunghi tratti della partita i padroni di casa sono stati in balìa delle giocate della formazione friulana, che sembra trasformata dopo l’arrivo in panchina di Massimo Oddo.

Un black-out del quale ha approfittato subito il Napoli, che sembra ormai in via di guarigione dopo un periodo in cui le cose non sono andate al meglio, sia sotto il profilo del gioco che per quanto riguarda i risultati. Pur privi di Insigne gli uomini di Sarri hanno dominato la sfida con il Torino archiviando la pratica già nella prima mezz’ora, portandosi sul punteggio di 3-0. Nella ripresa i granata hanno accorciato le distanze con Belotti ma non hanno mai dato la sensazione di poter riaprire la partita. Marek Hamsik, autore del terzo gol del Napoli, ha raggiunto Diego Maradona a 115 gol, in vetta alla classifica dei migliori marcatori di sempre in maglia azzurra.

La giornata di campionato sorride anche a Juventus e Roma. I bianconeri hanno strapazzato (3-0) il Bologna al Dall’Ara e restano a un punto dal Napoli. I giallorossi hanno dovuto attenere un gol contestato (fallo di mano non visto neanche dalla Var) di Fazio al 94esimo per avere ragione di un coriaceo Cagliari (1-0).

Crisi piena per il Milan, cui il cambio di allenatore non ha dato ancora gli effetti sperati. I rossoneri di Gattuso hanno rimediato un’ennesima figuraccia, questa volta a Verona (3-0) e sembrano risentire anche della difficile situazione societaria.

Spettacolo e gol a Bergamo, tra Atalanta e Lazio, terminata 3-3.

In coda continua la pena infinita del Benevento, sconfitto anche dalla Spal (1-2) e ormai già in serie B. Pareggio in Fiorentina-Genoa (0-0), mentre vincono Crotone (1-0 al Chievo) e Sassuolo (0-1 sul campo della Sampdoria), anche qui non impeccabile il Var che nega un rigore nettissimo al Sassuolo, su un’azione susseguente a un altro penalty sbagliato dalla squadra ospite.