Contenuto Pubblicitario
Il Demonio è malato e presto tornerà all’Inferno! Ma Mosca smentisce la vulgata

Il Demonio è malato e presto tornerà all’Inferno! Ma Mosca smentisce la vulgata

13 Marzo 2022 0 Di Marino Marquardt

Scrivendo Sopra Le Righe in segno di esclusiva appartenenza ai Propri Pensieri Sgarrupati…

Il Demonio è malato e presto tornerà all’Inferno! La vulgata sulle condizioni di salute di Vladimir Putin è ricorrente e il relativo tam tam è frequente. Finisce così che giorno dopo giorno si accavallino i dubbi e si inseguano i rumors sulle presunte patologie dell’Aggressore del Popolo Ucraino.

Basta guardarlo, fanno notare in Molti…

Volto gonfio, connotati alterati, trucco e ritocchini incapaci di nascondere gli effetti del decadimento estetico. Secondo Alcuni sarebbe un massiccio uso di cortisone ad alterarne i lineamenti.

Lo Psicopatico Russo sarebbe agli sgoccioli della Vita, dunque. E il Refrain riecheggia anche dalle parti del Cremlino…

In proposito non mancano Quanti sostengono che sia stato proprio il precario stato di salute ad avere spinto il Sanguinario Russo ad accelerare la chiusura dei conti con l’Ucraina.

Per far ciò ha ingaggiato – pagandoli profumatamente – anche 16mila Criminali Mediorientali con Licenza di Morte, di Saccheggio, di Stupro e di Partite di Calcio con le teste dei Bambini uccisi.

Li chiamano Mercenari, in realtà sono Mostri dalle Sembianze Umane questi portatori di Morte e di Abusi.

Soltanto Uno privo di Scrupoli come Lui, come Vladimir Putin, poteva decidere di servirsi di tale Letame.

Dio – raccontano i Credenti – creò l’uomo usando il fango; il Diavolo – raccontano gli Incazzati – forgiò il Mercenario usando la Merda. Una palettata di Fango e un’altra di Merda, Ed ecco i risultati… Viste le Materie Prime sarebbe stato del resto da ingenui aspettarsi Qualcosa di meglio…

Intanto – secondo gli agenti segreti americani – Putin sarebbe affetto da problemi neurofisiologici, ipotesi questa condivisa nell’entourage di Emmanuel Macron. Per non dire poi della bomba lanciata dal professor Valery Solovei, ex docente di Storia dell’Istituto statale di Mosca per le Relazioni Internazionali. Secondo il Professore, Putin avrebbe un cancro all’intestino e il morbo di Parkinson. Rumors comunque smentiti dal Cremlino e bollati come privi di ogni fondamento.

A dare forza alle Congetture sul cattivo stato di salute del Capo Russo, l’accelerazione bellica da Lui impressa.

Una mossa incomprensibile secondo gli Analisti soprattutto alla luce del fatto che – dopo la modifica Costituzionale – il Dittatore potrebbe rimanere al potere fino al 2036. Ovvero avrebbe tutto il tempo per cucinare l’Ucraina a fuoco lento e annetterla alla Russia pezzo dopo pezzo…

Allora perché tanta fretta?

Perché – è la risposta all’interrogativo – le condizioni di salute lascerebbero poco tempo al Sanguinario Stragista.

In quest’ottica – comunque vada – Lui non avrebbe nulla da perdere essendo già stato condannato dal Destino… E – secondo i Cinici – per un mandante di Omicidi, per Uno come Lui, lo sterminare un po’ di Gente sarebbe l’ultimo sfizio, il minimo sindacale, prima della Fine…

Chi vivrà vedrà

Ps. “Sopra le Righe”, è uno spazio in progress che a seconda degli avvenimenti di giornata aggiornerà il commento arricchendolo. “Sopra le Righe” è uno spazio che offre a chi scrive il privilegio di potersi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola gratificata dalla maiuscola. La maiuscola – insomma – funge da sottolineatura. Chiedo venia a Quelli della Crusca,,,
13/03/2022 h.07.30

Contenuto Pubblicitario
Banner Istituzionale Italpress 666x82