Il Lucca Comics & games festeggia la cultura pop

Il Lucca Comics & games festeggia la cultura pop

03 Novembre 2016 0 Di Miranda Parrini

Come nei grandi festival europei, l’intera città di Lucca vive attorno al Lucca Comics & Games, che da 50 anni coinvolge il numeroso pubblico, gli autori, la stampa, l’editoria, i cultori e appassionati di fumetti, gli enti e non solo, anche l’affollato pubblico dei curiosi sono entrati nelle antiche mura di Lucca per vivere dal vivo in diretta la rassegna toscana dedicata ai fumetti e videogiochi, al cinema, serie TV, musica, teatro, illustrazione e il mondo dedicato ai più piccoli. Il Lucca Comics e games ogni anno è sempre  più travolgente e piena di sorprese della transmedialità.

E’ stata veramente Gold l’edizione 2016 del Lucca Comcs & Games, che ha visto la presenza di oltre 500mila visitatori dentro e fuori le mura lucchesi.

Il Golden Globe è stato il fulcro delle celebrazioni delle “nozze d’oro” di Lucca con il mondo del fumetto, la cupola dorata in piazzale Arrigoni, dietro la cattedrale di Lucca, la bellissima tensostruttura ha attratto i visitatori per la sua forma armonica, che al tramonto si illumina  d’oro intenso.

Tra i big di questa speciale edizione i nomi di Terry Brooks, Frank Cho, Bruno Bozzetto, Roberto Recchioni, Marco Tardelli, Christopher Campbell, Zed Cook e naturalmente Zerocalcare, che hanno incontrato il pubblico.

Indimenticabile edizione per i giovanissimi “Nerd“,  è bastava vederlo dalla folla sorridente, che si accalcava in fila indiana al Palayoutuber, in attesa  delle star per incontrare i loro preferiti Youtuber parlarci dal vivo e ricevere una esclusiva dedica autografata sulla pagina del loro ultimo libro a fumetti appena acquistato, fresco di stampa.

Tra gli youtuber si poteva intravede tra la calca dei fans anche gli autori di libri a fumetti, che presentano il loro ultimo capolavoro dal titolo “Il ducomentario” scritto a quattro mani da Fraffrog e Richardhtt, per l’anagrafe Francesca Presentini e Riccardo Accattatis, tutte e due nati nell’anno 1993, i due attualmente sono tra le star del web, riconosciuti dai loro pseudonimi di fantasia.

Francesca è una giovane anfibia toscana, inizia a disegnare fin dalla tenera età, sviluppando le sue abilità. A 16 anni parte il suo percorso sul web pubblicando i primi disegni e cortometraggi, raggiungendo un discreto successo. Nel 2012 vince il Youtube Nextup Europa. Come autodidatta prosegue i suoi studi nel mondo dell’animazione, nel disegno e videomaker.

Lavora nel settore pubblicitario e porta avanti i suoi progetti dentro e fuori dal web. Nel 2014 inizia anche il suo esordio su carta, pubblicando “Il fantastico pianeta che sta nel sistema solare”, poi a ottobre 2016 pubblica la sua seconda opera cartacea che è appunto “Il ducomentario”.

Riccardo, l’altra star del tubo, è un ragazzo cresciuto a Palombara Sabina, dove abita, lontano dalla città metropolitana di Roma, così lontano “da avere come amici pecore, ricci e altri animali dei boschi”. La sua passione per il disegno inizia da piccolissimo, anche prendendosi i fumetti del fratello più grande.

Nel 2008 apre un canale Youtube con il tutorial di disegno, video di intrattenimento e storie animate, oltre ad avere lavorato per importanti esposizioni d’arte a Palazzo Marino nella capitale, realizzando illustrazioni per Mondadori e album di figurine Panini. Pubblica con successo i contenuti creativi sul suo canale Youtube, mentre prosegue i suoi studi di autodidatta nel mondo del disegno.

Con la pubblicazione del “Ducomentario” le due star  hanno raggiunto un gran numero di copie distribuite e vendute, il libro a fumetti è la storia di missioni segretissime e pericolose, durante un lungo viaggio, tre capitoli per tre diversi viaggi nello spazio profondo di Duca e Nico.

Il Duco è un alieno di alto rango originario del pianeta Pitorna che alla vigili della sua partenza per una segretissima missione incontra per la prima volta il suo videomaker umano, Nico, incaricato di accompagnarlo e documentare ogni avvenimento con la propria videocamera. Durante il lungo viaggio dei due originali e simpatici personaggi, tra le varie situazioni che incontrano, il Duco pur mantenendo il segreto del suo vero incarico, sfoggia le sue conoscenze sull’affascinante cultura terrestre, oltre a cercare di legale con Nico sebbene la loro conversazione muore sul nascere a causa dell’apatia del ragazzo. Divertente leggere e ammirare le scene dei fumetti che scorrono agevolmente nel susseguirsi delle pagine dai colori lunari, dai disegni che comunicano un linguaggio contemporaneo, che cattura l’interesse e la curiosità del lettore. “Il ducomentario” è anche disponibile sulla pagina fb “24 ore Comics”, che ospita anche le nuove edizioni della sfida alle quali chiunque può partecipare per disegnare, per la prossima 24Ore Comics,  la sfida di autori professionisti o aspiranti in tutto il mondo.

A Lucca Comics & Games 2016 tra gli eventi, a distanza di qualche ora, una folla composta da adulti e ragazzi attende i grandi maestri del fumetto Milo Manara e delle vignette Frank Miller, al Teatro del Giglio per l’incontro del secolo tra due miti del fumetto mondiale di tutti i tempi,  per parlare della propria arte e di quella che verrà,  considerando che in questi ultimi anni in Italia c’è stato un boom del fumetto, ormai oggi chiamato graphic novel, considerato  la nuova letteratura. Infatti Hugo Pratt diceva che  gli autori di fumetti sono scrittori che in più sanno anche disegnare.

E oggi ci sono autori, soprattutto giovani, davvero bravissimi. Zerocalcare,  con i suoi fumetti è stato tra i finalisti del Premio Strega e ha ricevuto diversi riconoscimenti in ambito letterario, in Italia una cosa del genere era impensabile fino a qualche anno fa.

E il Lucca Comics & Games è stata una straordinaria occasione per ammirare da vicino Frank Cho, uno dei maggiori talenti del fumetto mondiale, autore di “Liberty Meadows” e di innumerevoli lavori per i maggiori editori del panorama internazionale.

Ma è stata anche l’occasione per giocare a Final Fantasy XV in anteprima europea, oltre alla surreale atmosfera di parrucche o capelli color fucsia e costumi steampunk,  che passano ormai inosservati tra la folla che sfila tra i personaggi dei cosplayer, il costume preferito qui a Lucca è stato quello di Harley Quinn, la cattiva di Batman, tra i numerosi personaggi di finzione, rappresentati a regola d’arte,  impegnati a mostrare le loro originali ed esclusive performance dei fumetti e cartoni animati, immortalati negli scatti fotografici e pose da divi del cinema,  tantissimi personaggi che arrivavano come fiumi intorno alle piazze storiche,  a suon di musica, concerti, parate per le strade del centro storico di Lucca. Immersi negli eventi in programma tra film, fumetti, serie TV e animazione, quest’anno il festival ha dedicato a Bruno Bozzetto, il  mitico maestro italiano del cinema di animazione mondiale, creatore del signor Rossi, che ha incontrato il pubblico, con la proiezione in anteprima del documentario “Bozzetto non Troppo” (Cinecittà Luce, Italia, 75’).

In questa occasione Bruno Bozzetto ha ricevuto il premio Movie Comics & Games 2016, dalle mani del sindaco di Lucca Alessandro Tambellini.

Lucca Comics & Games ha alle spalle una lunga storia di attività benefiche che si sono intensificate negli ultimi dieci anni, diventando un appuntamento fisso all’interno della manifestazione. Ogni anno Lucca Games riserva all’Associazione Onlus Area Performance uno spazio di 100 mq in cui i volontari organizzano con i più grandi artisti fantasy ospitati dal padiglione Games una quattro giorni di spettacolo di pittura dal vivo che negli anni ha avuto per protagonisti i più grandi illustratori del fantastico.
Giornata ideale per le famiglie, per una visita in completo relax al Family Palace con laboratori e incontri e la zona tutta dedicata ai mattoncini della Lego, o per un tuffo nel mondo kawaii.

Lo spettacolo anche quest’anno si è concluso con un’asta di beneficenza in cui il pubblico si aggiudica le opere realizzate dagli artisti che si sono alternati a Lucca 2016, tra cui: Paolo Barbieri, Lucio Parrillo, Zerocalcare, Casty, Frank Cho, Larry Elmore, Luis Royo, Ciruelo, Karl Kopinski, Toni DiTerlizzi.

I cinque giorni del festival hanno portato alla cifra record di 271.208 biglietti strappati, così suddivisi: 34.032 il 28 ottobre, 63.600 il 29 ottobre, 80.000 (sold-out) il 30 ottobre, 57.016 il 31 ottobre e 36.560 l’1 novembre. La presenza di pubblico dentro e fuori le mura lucchesi è stata di circa 500mila persone stimate.