Il Milan si affida al “ferro vecchio” Ibra per risorgere. Il Napoli per affondare è pronto a rinunciare a Mertens

Il Milan si affida al “ferro vecchio” Ibra per risorgere. Il Napoli per affondare è pronto a rinunciare a Mertens

06 Gennaio 2020 0 Di Marino Marquardt

Dunque… Le cose stanno così: Il Milan per cercare di risorgere paga a peso d’oro Ibra, il Campione Svedese Giramondo che la Carta indica come un ferro vecchio:

il Napoli per galleggiare nella palude del centroclassifica e rinunciare a tentativi di improbabili riscosse si dice disponibile a rinunciare a Dries Mertens, il fantasista più prolifico delle ultime stagioni e ancora in grado di incantare gli spalti.

Contraddizioni del Mondo della Pedata dove spesso confliggono Passione e Affari.

E viene da chiedersi dove lo troverebbe ADL un altro campione in grado di assicurare lo stesso rendimento e la stessa produttività del Diavoletto Belga, sempre più Napoletano tra i Napoletani.

Una brutta storia che offende la professionalità del Giocatore, una storiaccia che non rende giustizia ai meriti di Uno dei Tre Moschettieri del Magico Attacco del Napoli di Maurizio Sarri.

Mertens ha conquistato sul campo il Diritto alla Riconferma. E il liquidarlo come un ferro vecchio da buttare è da Imbecilli oltre che da Incompetenti e da Irriconoscenti. E’ l’effetto della Cecità che coglie Chi è abbagliato esclusivamente dal mix Soldi&Affari…

In merito sarebbe interessante conoscere l’opinione di Rino Gattuso . Una opinione ovviamente ripulita da poco convincenti argomentazioni sull’imprevisto rientro in Belgio del  Giocatore per “motivi di salute”. Mertens dovrebbe tornare a Napoli mercoledì.

Il sospetto è che l’allontanamento sia stato determinato da trattative personali in corso tra il Calciatore e Chissà Chi. Fosse così, sarebbe un fatto peraltro non censurabile visto l’atteggiamento del Padrone del Napoli.

Stasera, intanto, al San Paolo arriva l’Inter. Roba da 1-X-2…

Ps. Avviso agli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dalla scrittura corrente sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola. Amen!

06/01/2020  h.09.00