Contenuto Pubblicitario
Il Titolo Proibito: “Spalletti, ecco perché ho mandato via Insigne e Mertens. Questi piccoletti sono fastidiosi”

Il Titolo Proibito: “Spalletti, ecco perché ho mandato via Insigne e Mertens. Questi piccoletti sono fastidiosi”

10 Luglio 2022 0 Di Marino Marquardt

Scrivendo Sopra Le Righe in segno di esclusiva appartenenza ai Propri Pensieri Sgarrupati…

Il Titolo della prima Conferenza Stampa dal ritiro del Napoli lo ha offerto su un piatto d’argento Luciano Spalletti, l’allenatore del Napoli da sempre in difficoltà quando si trova alle prese con la gestione di campioni o di giocatori comunque superiori alla media.

Spalletti, avesse avuto per Interlocutori Giornalisti Adulti e Vaccinati e non Vecchi Cortigiani delle Tastiere e delle Tv di Provata Fama; Avesse avuto come Interlocutori Giovani Spregiudicati e non timide Nuove Leve dell’Informazione, oggi sarebbe al centro dell’attenzione per le parole da Lui pronunciate a proposito delle caratteristiche di alcuni suoi giocatori.

Ci fossero stati Giornalisti con le Palle, il Titolo da sparare sulle prime pagine sarebbe stato questo:

“Spalletti: perché ho mandato via Insigne e Mertens, I piccoletti sono fastidiosi”.

Un Titolo che avrebbe aperto un dibattito anche sul caso Mertens rapportato alla mega offerta fatta a Koulibaly

Sentite l’Allenatore nel passaggio dalle sfumature Freudiane. Parole che aprono uno squarcio nel suo rapporto con Lorenzo Insigne e Dries Mertens, il Primo finito a Peso d’Oro a Toronto, il Secondo in cerca di un nuovo dignitoso accasamento.

Ecco il copiaincolla delle risposte testuali dell’Allenatore a Due delle numerose domande:

D. Alla squadra va aggiunta fisicità?

“Ci vogliono tutte le qualità: fisicità, tecnica, tutto. Bisogna bilanciare tutto. Se si va a vedere che i calciatori più forti al mondo sono quelli più piccoli di statura, noi ne abbiamo avuto uno che è il più forte e quindi lo sappiamo bene, capiamo che non ci vuole solo la fisicità. Poi se si trovano“.

D. E’ sempre stato il Napoli dei piccoletti.

“Però sono fastidiosi questi piccoletti“.

Sono fastidiosi questi piccoletti… Ecco il lapsus concettuale che toglie la maschera al Trainer del Napoli, nella scorsa Stagione Oscar delle sostituzioni sbagliate e Responsabile Principale del Mancato Scudetto. Un Flop peraltro benedetto dal Padrone Aurelio De Laurentiis…

Non una parola sul caso Mertens.

In materia di piccoletti l’unico implicito riferimento di Spalletti è a Insigne.

Chissà i Due – Mertens e Insigne – cosa staranno pensando a proposito della generosa offerta fatta alla Diga Senegalese…

Morale della Favola, oggi il Napoli si ritrova orfano di due Prestigiosi Fantasisti avvezzi a mettere il Pallone in Rete. La Squadra si ritrova priva di Due Giocatori che avevano illuminato il Gioco.

Quando parla, Spalletti è da interpretare.

La studiata mancanza di chiarezza concettuale, i giri di parole, le pause… Ingredienti – questi – che gli rendono possibile il gioco degli equivoci e che gli aprono vie di fuga da ciò che erroneamente, provocatoriamente o superficialmente afferma. Nient’altro che un Puzzle di Parole. Come un Rompicapo sono le sue scelte.

Detto ciò, con Uno così in Panchina e con Interlocutori Genuflessi, si profila decisamente male la Stagione 2022/23 del Napoli.

AAA, Giornalisti con le Palle Cercasi… Per fronteggiare il Servile Conformismo Mediatico e per evitare nuove brucianti delusioni ai Tifosi;

AAA, Tifosi con le Palle cercasi, Tifosi capaci di non farsi più turlupinare.

AAA, Tifosi maturi cercasi, Tifosi in grado di individuare i Responsabili dei Fallimenti e di non imprecare più consolatoriamente contro gli Arbitri e contro l’Odiata Madama…

Ps. “Sopra le Righe”, è uno spazio in progress che a seconda degli avvenimenti di giornata aggiornerà il commento arricchendolo. “Sopra le Righe” è uno spazio che offre a chi scrive il privilegio di potersi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola gratificata dalla maiuscola. La maiuscola – insomma – funge da sottolineatura. Chiedo venia a Quelli della Crusca…
10/07/2022 h.09.00.

+

Contenuto Pubblicitario
Banner Istituzionale Italpress 666x82