Il Truce alla sbarra, il Banchiere al banco scommesse. Spettacoli di immensa tristezza

Il Truce alla sbarra, il Banchiere al banco scommesse. Spettacoli di immensa tristezza

18 Aprile 2021 0 Di Marino Marquardt

Va ripetendo di aver difeso i Sacri Confini della Patria dall’invasione di quella sorta di Armata Brancaleone composta dai 147 disperati raccolti in mare dalla Nave Ong Open Arms e tenuti per giorni alla fonda ad arrostire al sole…

Inutile dire che Uno così andrebbe messo al fresco per circonvenzione di incapaci ovvero per turlupinaggine dei soliti Beoti che lo votano.

In alternativa Uno così dovrebbe essere destinatario di un Tso per l’evidente stato confusionale di cui dà dimostrazione di essere preda.

Confusione mentale che lo spinge a confondere i soldati morti al fronte nel Secolo scorso per difendere i Confini della Patria con se stesso al tempo in cui era Ministro dell’Interno. Correva l’estate di due anni fa. Dal Papeete – tra mojito e ragazze leopardate – il Trucido in mutandoni da mare ordinava di lasciare arrostire al largo di Lampedusa i naufraghi salvati dalla Open Arms. Roba da Bananas…

Detto ciò, i Giudici di Palermo attendono Matteo Salvini alla sbarra per il prossimo 15 settembre.

Il Capo Politico e Religioso della Lega – come è noto – è accusato di rifiuto di atti d’ufficio e di sequestro di persona.

Sarà resa dei conti tra turpitudine intellettuale e valori umanitari.

Salvini –come già detto – a quel tempo era ministro dell’Interno con licenza di Sequestro di Persona. Una licenza rilasciata dalla debolezza, dalla ottusità e dalla insensibilità degli alleati Cinquestelle al tempo guidati da un Luigi Di Maio intrappolato nella rete dell’Alleato Leghista…

Da  palo in frasca, continuano intanto a far rumore anche altre affermazioni. Sono quelle recentemente pronunciate da Mario Draghi.

Verrebbe da citare Shakespeare: Molto rumore per nulla.

Ridotto all’osso il Nulla è il contenuto degli annunci fatti venerdì in Conferenza stampa dal Premier-Banchiere. Annunci in impeccabile stile Gesuitico…

Al di là dell’apertura dei ristoranti nelle sole Zone Gialle per il pranzo e per la cena in orari da Pensioni Rivierasche Romagnole e al di là della riapertura parziale delle scuole, per il resto gli annunci si riferiscono a buone intenzioni sul ritorno alla cosiddetta Normalità da spalmare a rate da maggio a luglio.

Nient’altro che Chiacchiere per raffreddare le proteste di Quanti sono rimasti Senza Niente; Nient’altro che Chiacchiere per tacitare i Ragli del disturbatore Leghista da oggi ufficialmente imputato per sequestro di persona in merito alla vicenda Open Arms; Nient’altro che Chiacchiere imbonitrici – insomma – buone per ruminanti. Chiacchiere da rimangiare nel caso in cui i Numeri della Pandemia dovessero imporre una giravolta sul Reclamizzato Ruolino di Marcia.

Non a caso il Premier ha parlato di Rischio Ragionato in materia di aperture.

Nient’altro che una scommessa contro la forza espressa dai 500mila positivi presenti nel Nostro Paese; Nient’altro che una scommessa contro la lentezza della campagna vaccinatoria.

Nient’altro che auspici tradotti in un approssimativo cronoprogramma sulle agognate Riaperture. Il tutto sotto gli occhi di Giornaloni e Telegiornaloni genuflessi, – a tappetino – di fronte all’Inquilino di Palazzo Chigi.

Spettacolo di immensa tristezza accompagnato dai Ragli Trionfalistici del Capo Politico e Religioso della Lega.

 

Ps. “Sopra le Righe”, è uno spazio in progress che a seconda degli avvenimenti di giornata aggiornerà il commento arricchendolo. “Sopra le Righe” è uno spazio che offre a chi scrive il privilegio di potersi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale. Voltaire docet…
Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola gratificata dalla maiuscola. La maiuscola – insomma – funge da sottolineatura. Chiedo venia a Quelli della Crusca,,,