In Italia il maestro dell’antico Kriya yoga

In Italia il maestro dell’antico Kriya yoga

21 Maggio 2016 0 Di Emilia Parisi

Full immersion di tre giorni in Costa Smeralda per apprendere le tecniche yogiche più antiche insieme a Yogiraj Siddhanath, uno dei pochi esperti viventi di Kundalini Kriya Yoga. In programma dal 7 al 9 Ottobre.

Kriya Yoga, la tecnica della realizzazione del sé

Dalla dolce valle di Sita Mai, situata nella regione di Simhagad, alle terre riarse dal sole della Sardegna. Il maestro “realizzato” Yogiraj Satgurunath Siddhanath (qui il sito ufficiale) sbarca in Sardegna, in Costa Smeralda, per insegnare, agli aspiranti spirituali italiani, le tecniche mai rivelate del Kundalini Kriya Yoga.

Sviluppatasi nella zona dell’Himalaya migliaia di anni fa, il Kriya Yoga è una tipologia di meditazione spirituale che accelera l’evoluzione del ricercatore verso la realizzazione del sé (il raggiungimento di uno stato di pace totale ed assoluta). In altri termini, punta al controllo dell’energia o forza vitale (prana) mediante l’esercizio consapevole del respiro all’interno della colonna vertebrale.

Molteplici i benefici che derivano dalla pratica costante della disciplina, parola di Yogiraj: benessere psicofisico, ad esempio il miglioramento nella gestione dell’emotività e dello stress, delle relazioni interpersonali, della capacità di concentrazione e della lucidità mentale. Le neuroscienze confermano le proprietà benefiche della meditazione che contribuisce a ridurre il volume dell’amigdala, l’area del cervello che gestisce la paura (S. W. Lazar, Università di Harvard) e l’attività dei geni che regolano le infiammazioni (P. Kaliman, Istituto per le ricerche biomediche dell’ Università di Barcellona), mentre E. Luders rileva differenze nelle connessioni cerebrali degli asceti.

Oltre all’insegnamento della sacra scienza della realizzazione del sé, meta ultima dello yoga, il maestro Siddhanath offrirà agli aspiranti spirituali la possibilità di sperimentare lo stato di non-mente di ringiovanimento del corpo. Secondo gli esperti del Kriya Yoga, infatti, è possibile arrestare il processo di invecchiamento e decadimento del corpo, mediante l’eliminazione di pratiche e stili di vita nocivi.

Yogiraj Siddhanath e l’Hamsa Yoga Sangh

Discendente da un’antica famiglia indiana (gli Ikshavaku Rama della Dinastia Solare), Satgurunath Siddhanath è nato a Gwalior nel 1944 ed ha abbandonato in giovanissima età la vita regale per inseguire la sua vocazione di maestro yogi. Durante l’adolescenza, mentre viaggiava nell’Himalaya, è entrato in contatto con i grandi Nath Yogi (i superuomini spirituali delle grotte himalayane).

Il famoso yogi Shiva-Goraksha Babaji (menzionato da Paramahansa Yogananda nella sua “Autobiografia di uno Yogi“) lo ha incaricato di diffondere gli insegnamenti per la “Pace in Terra attraverso la Pace Interiore” e favorire l’evoluzione spirituale della coscienza mediante la disciplina del Kundalini Kriya Yoga.

Forte di questo messaggio e avvalendosi della collaborazione della moglie Gurumata Shivangani, Siddhanath ha fondato un’organizzazione non profit, l’Hamsa Yoga Sangh, la cui casa madre è situata al Siddhanath Forest Ashram, nella regione di Simhagad, non lontano da Pune. Yogiraj Satgurunath sarà in Italia anche il 26 Giugno a Riva del Garda e il 1-2-3 Luglio ad Albano Laziale.

Dalle montagne incontaminate dell’Himalaya, il maestro Siddhanath diffonde il suo messaggio di beatitudine insegnando lo yoga e la spiritualità ai leader del mondo e recandosi ogni anno in Inghilterra, Germania, Italia e Stati Uniti d’America. Una curiosità: nel Siddhanath Forest Ashram si trova un vero e proprio tempio che ospita il più grande shivalinga di parasmani (mercurio alchemico) solidificato noto al mondo che, secondo la leggenda, trasforma alchemicamente la mente volubile in mente quieta di coscienza illuminata.