Incarico a Cottarelli. E la protesta Cinquestelle e Lega scende in piazza

Incarico a Cottarelli. E la protesta Cinquestelle e Lega scende in piazza

28 Maggio 2018 0 Di Marino Marquardt

Il Capo del M5s Di Maio mobilita iscritti e sostenitori. E invita a esporre il tricolore da balconi e finestre. Salvini prenota le piazze e Savona denuncia il grave torto subito. Governo balneare per Cottarelli.

Di Maio e Salvini convocano le piazze

Quella di quest’anno sarà una Festa della Repubblica all’insegna della protresta. Un 2 giugno all’arsenico durante il quale alle paludate celebrazioni ufficiali faranno da contraltare i cortei di quanti si sentono defraudati del proprio voto e di quanti si ritengono rapinati dei soldi promessi dal contratto Gialloverde siglato tra M5s e Lega.

Un sabato – il prossimo – che farà da preludio alla mobilitazione a cui il Leader del M5s Luigi Di Maio ha invitato i propri elettori. Non resterà a guardare il Capo della Lega Matteo Salvini che a sua volta ha annunciato di aver prenotato cento piazze per i prossimi giorni.

Ci si appella alla piazza, insomma. Può accadere quando si ritiene oltraggiata la volontà popolare, può accadere quando i Poteri forti esacerbano gli animi attraverso  continui tam tam massmediatici al servizio dei teoremi dei medesimi. L’invito di Di Maio ad esporre il tricolore da balconi e finestre rappresenterà un segnale di condivisione del dilagante sdegno nel Paese.

Ecco il video con cui Di Maio ha lanciato l’appello su Facebook con l’hastag #ilmiovotoconta:

Cottarelli, “governo neutrale” per tirare a campare sotto il solleone

Intanto il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha conferito l’incarico di formare il “Governo neutrale” a Carlo Cottarelli (qui il comunicato ufficiale). Un modo per tirare a campare sotto il solleone.

Dal Governo balneare alle elezioni balneari. Tempo permettendo, si voterà sotto gli ombrelloni. E’ la variante dell’estate 2018…

Facile la previsione dal momento che il Governo Cottarelli – salvo colpi di scena – difficilmente otterrà la fiducia dal Parlamento.

Qui il video

Si occuperà di ordinaria amministrazione il Premier-Traghettatore. Giusto il tempo per montare le cabine elettorali in riva al mare…

Si voterà nuovamente col Rosatellum, la Legge elettorale studiata dal furbo Denis Verdini ad uso e consumo – si suppeneva – dei furbetti renzusconiani. Poi è andata come è andata e Matteo Renzi e Silvio Berlusconi ne sono usciti legnati.

Cambiato il vento, se avranno voglia di fare sul serio, la grande occasione di fine estate sarà offerta al M5s e alla Lega. Coalizzandosi i Gialloverdi farebbero man bassa del voto degli italiani. Strano e inquietante se Di Maio e Salvini non facessero questa scelta più che ovvia…

Savona: “Ho subito un grave torto da Mattarella”. Parole come proiettili

L'economista Paolo Savona (ph. Agi).

L’economista Paolo Savona (ph. Agi).

Tra le urla e gli insulti di giornata si è fatto vivo anche il Professor Paolo Savona che ha denunciato di aver subito un grave torto dal Capo dello Stato Sergio Mattarella. Parole come proiettili.

E’ risuonato in modo assordante il silenzio di Silvio Berlusconi. Ormai al crepuscolo, depresso dai sondaggi e in debito di lucidità il Condannato riabilitato è combattuto tra il divorzio da Salvini e l’abbraccio con l’ex Capo Scout. Si è limitato ad un sibillino comunicato stampa nel quale ha annunciato che non voterà la fiducia a Cottarelli. Senza però spiegare come. Se con voto contrario o con astensione.

Intanto primi segnali di guerra nel Pd. In occasione dell’ultima Assemblea nazionale Matteo Renzi –  ritenendo prossimo il varo del Governo pentaleghista – aveva deciso di prender tempo. Ma ora con la importante posta in palio delle candidature la resa dei conti non appare più rinviabile. Perdesse anche il monopolio delle liste elettorali per il Giovanotto di Rignano sarebbe finita. Altro che pop corn… Per Lui sarebbero bocconi amarissimi.

Il Pd – a leggere i sondaggi – è destinato a perdere altri scranni e tra i parlamentari è già lotta per la sopravvivenza. E i peones, in assenza di riferimenti certi, non sanno a quale santo rivolgersi…