Juve a valanga e Roma corsara ma dopo il pari con l’Inter in testa c’è sempre il Napoli

Juve a valanga e Roma corsara ma dopo il pari con l’Inter in testa c’è sempre il Napoli

22 Ottobre 2017 0 Di Marco Martone

Il big match del San Paolo finisce 0-0, a Udine la Juve ne fa 6 in inferiorità numerica. La Roma passa a Torino grazie a Kolarov. Bene anche la Lazio di Inzaghi. Milan flop in casa.

La grande ammucchiata! La lotta al vertice nel campionato di serie A si fa sempre più appassionante e incerta, dopo la nona giornata che ha segnato il primo parziale stop per il Napoli, che si ferma dopo otto vittorie consecutive, sbattendo contro il muro Handanovic, nel big match pareggiato al San Paolo contro l’Inter.
Una partita che gli azzurri, ai punti, avrebbero anche meritato di vincere ma che, tutto sommato, i nerazzurri non hanno demeritato, visto che anche la squadra di Spalletti ha creato, in almeno un paio di occasioni i presupposti per andare in vantaggio.
Del pareggio di Napoli hanno approfittato tutte le inseguitrici, a cominciare dalla Juventus che ha strapazzato l’Udinese (2-6), nonostante l’espulsione di Mandzukic e lo svantaggio iniziale, per il gol di Perica in avvio di partita.
Ora i bianconeri sono a un punto dall’Inter e a tre lunghezze dal Napoli di Sarri, che continua a comandare la graduatoria.
La domenica sorride anche alla Roma, che passa a Torino contro i granata grazie a una punizione di Kolarov. Una giornata trionfale per le squadre della capitale, visto che anche la Lazio, trascinata dal solito Immobile, fa bottino pieno (3-0) contro un Cagliari cui la Var ha annullato sull’1-0 un gol per dubbio fuorigioco.
Chi non riesce ad uscire dalla crisi di gioco e risultati è il Milan, fermato in casa dal Genoa. I rossoneri, ridotti in dieci per l’espulsione di Bonucci (gomitata) restano staccati dalle posizioni di vertice e adesso la posizione del tecnico comincia ad essere veramente a rischio. Già si parla di eventuali sostituti. Tra i nomi caldi c’è anche quello di Gattuso.
Il torneo appare dunque sempre più spaccato in due, con le sei di testa che sembrano fare un altro campionato. Continua a far bene anche la Sampdoria (5-0) al Crotone, così come l’Atalanta (1-0) al Bologna. Nelle altre partite spicca la vittoria del Chievo (3-2) nel derby col Verona e quella agevole della Fiorentina (0-3) a Benevento. I Sanniti, a zero punti, battono così il poco invidiabile record di partite perse consecutive dall’inizio del campionato (9). Nell’altro scontro salvezza il Sassuolo vince (0-1) sul campo della Spal.