La Commissione Economica Europea boccia la Manovra. Palazzo Chigi fa spallucce

La Commissione Economica Europea boccia la Manovra. Palazzo Chigi fa spallucce

23 Ottobre 2018 0 Di Marino Marquardt

La Commissione guidata da Pierre Moscovicio boccia  la Manovra e chiede nuova bozza entro tra settimane.

“…E salutace a fibbia dicette Don Fabio”

“E salutame a fibbia dicette (disse per i non napoletani ndr) don Fabio”, viene da pensare all’irriverente vecchio detto napoletano immaginando le previste e peraltro annunciate spallucce del Premier Giuseppe Conte, dei vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini e del ministro dell’Economia Giovanni Tria di fronte al rigetto di Bruxelles. Ma visti i primi toni da parte degli esponenti del Governo italiano verrebbe da pensare anche all’altrettanto  irriverente “E salutame a soreta” ancora una volta di conio napoletano.

E già perché a Palazzo Chigi si aspettavano tutti il disco rosso da parte del presidente della Commissione Economica Pierre Moscovici e dei suoi uomini. Nessuna  sorpresa, dunque, e avanti a testa bassa sulla realizzazione delle misure promesse in campagna elettorale dal M5s e dalla  Lega, il sodalizio tenuto insieme dal contratto di Governo.

“Roma ha scelto di non rispettare gli impegni”, bacchetta Bruxelles.

E per la prima volta boccia il documento di Bilancio. E prepara la procedura di infrazione se entro tre settimane non riceverà correzioni da parte del nostro Paese. Aspetta e spera…

Dai primi commenti si evince che il Governo italiano non arretrerà di un metro sul Bilancio.

Palazzo Chigi va alla guerra ben sapendo dei tempi favorevoli all’Italia (della procedura dovrebbe occuparsi  la nuova Commissione Economica partorita dalle elezioni del prossimo maggio) e ben consapevole delle previste rottamazioni di  Moscovici e del presidente della Commissione Ue Pierre Junker.

I mancati e frustrati killer di oggi, insomma, domani conteranno quanto il due di coppe a briscola

Luigi Di Maio e Matteo Salvini vanno sfrontatamente alla guerra contro questa Ue incuranti del prossimo e prevedibile verdetto di Standard & Poor’s annunciato per venerdì prossimo. I Sicari degli usurai delle  Banche d’affari andranno giù pesante, anticipa qualcuno. No problem lasciano trapelare da Palazzo Chigi.

Fa sentire la propria voce anche il giovane filosofo Diego Fusaro, gettonatissimo e conteso dalle tv. “La Commissione Ue – tuona – ha bocciato la Manovra italiana e ha dato tre settimane di tempo per riscriverla. Un Comitato d’affari di Banchieri e Usurai che nessuno ha eletto, né visto in faccia, respinge le scelte sovrane dell’Italia e del suo governo a pieno mandato democratico”. E Salvini fa eco: “La Ue attacca un popolo”.

Palazzo Chigi – insomma – rivendica le proprie scelte. Lo fa con asprezza. Mentre sullo sfondo si intravede il volto di Vladimir Putin. Avvisate i Banchieri, i Finanzieri, gli Opinionisti, i Direttori di grandi e pioccole Testate cartacee, digitali e satellitari. Domani è un altro giorno…

23/10/2018  h.17.20