La discriminazione secondo Salvini: “L’antisemitismo in Italia è colpa dei migranti musulmani”

La discriminazione secondo Salvini: “L’antisemitismo in Italia è colpa dei migranti musulmani”

19 Gennaio 2020 0 Di Marino Marquardt

La Discriminazione secondo Matteo: “Se c’è Antisemitismo in Italia la colpa è dei migranti di Fede musulmana…”.

In calce l’autografo del Leader della Lega. Matteo Salvini espone il Teorema durante un’intervista al giornale Israel Ha-Yom vicino al Premier Benyamin Netanyahu

L’Ignorantone dal selfie compulsivo fa dunque l’Antirazzista con gli Ebrei usando argomentazioni Razziste verso i Musulmani.

E’ la Discriminazione double face del Capo Religioso della Lega. Se non argomentasse così, del resto, non sarebbe l’Ignorantone che è.

Sbaglia – l’Ignorantone – nel mettere in contrapposizione due Religioni dalla comune natura patristica (in senso Freudiano e non Filosofico), due Religioni di natura patristica che – in quanto tali –continuano a generare tessuti sociali fortemente dogmatici, integralisti e tradizionalisti

Non ci si pulisce dall’accusa o dal sospetto di Razzismo verso gli Ebrei – insomma – mettendo sul banco degli imputati i Musulmani i quali sono peraltro espressione di una Cultura integralista e intransigente al pari di Quella Ebraica.

Le parole di Salvini sono indici di confusione culturale, intellettuale e politica. Tendono a generare Ammuina tra Colore della Pelle, Condizioni Economiche e Fedi Religiose. E’ la stessa Ammuina che la Lega spaccia quotidianamente ai Sempliciotti che ne condividono i Teoremi.

Ahinoi, il Paese vive i giorni della Crassa Ignoranza e della latente Onestà Intellettuale. Condizioni deteriori – queste – grazie alle quali c’è Chi riesce a nascondere ai Beoti di sempre la vera natura delle divisioni tra gli Uomini; divisioni che traggono origine esclusivamente dalle condizioni economiche, ovvero da quelle stesse antiche discriminazioni che generarono la nascita di Religioni e Culture.

Ma tutto ciò Salvini non può saperlo… Amen!

Ps. Avviso agli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dalla scrittura corrente sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

19/01/2020   h.12.00