Per la Juve è disfatta all’Olimpico. La festa scudetto è rinviata. Napoli travolgente!

Per la Juve è disfatta all’Olimpico. La festa scudetto è rinviata. Napoli travolgente!

15 Maggio 2017 0 Di Marco Martone

La Roma supera all’Olimpico una Juventus irriconoscibile. Il Napoli sommerge di reti anche il Torino ma resta al terzo posto. L’Inter, intanto, sprofonda sempre più in basso 

Chi l’avrebbe mai detto! A due giornate dalla fine, il campionato è ancora aperto, sia in testa che in coda. Certo la questione è puramente “aritmetica”, soprattutto per quanto riguarda la questione scudetto ma testimonia anche di un equilibrio ritrovato, che non può che giovare al nostro calcio. La sorpresa della giornata, se di sorpresa si può chiamare, arriva dall’Olimpico, dove alla Juve sarebbe bastato un punto per poter brindare al sesto scudetto consecutivo. I bianconeri, invece, sono scesi in campo senza sei titolari, tenuti a riposo da Allegri in vista della finale di Coppa Italia con la Lazio di mercoledì e con un piglio agonistico sembrato un lontano parente, rispetto a quello messo in campo dall’inizio del torneo.

A beneficiare della scarsa vena dei bianconeri è stata la Roma, cui invece la vittoria serviva come il pane per mantenere il secondo posto, messo in serio pericolo dal travolgente Napoli di Sarri, che come un rullo compressore continua a macinare gli avversari che incontra sulla propria strada. Questa volta è toccato al Torino, sommerso di gol (5-0) in casa. Una vittoria che aveva portato gli azzurri al secondo posto, prima della disfatta juventina.

Adesso restano da giocare due giornate. Questo nel dettaglio il calendario delle prime. La Juventus dovrà vedersela con Crotone in casa e il Bologna fuori. La Roma con il Chievo in trasferta e il Genoa all’Olimpico, il Napoli con la Fiorentina al San Paolo e la Sampdoria a Marassi. A meno di sorprese, dunque, i giochi sembrano fatti!

Non si può dire la stessa cosa in coda, dove la vittoria del Crotone sull’Udinese (1-0) e le sconfitte di Empoli e Genoa, con Cagliari (3-2) e Palermo (1-0), hanno rimesso tutto in discussione. I calabresi, infatti, sono ora a un solo punto dai toscani e due dai liguri, in caduta libera. Sarà un bel vedere in questi ultimi 180 minuti di campionato.

La giornata ha fatto registrare l’ennesimo tonfo dell’Inter (1-2 in casa dal Sassuolo) e il pareggio tra Atalanta e Milan (1-1), che porta i bergamaschi in Europa League e i rossoneri di Montella a un passo dalla qualificazione ai preliminari della coppa minore. Nella altre partite, vittoria della Fiorentina sulla Lazio (3-2) e pareggio (1-1) tra Sampdoria e Chievo.