Lapsus e lentezze sotto rete condannano  il Napoli alla sconfitta. Vince l’Inter 3 a 1

Lapsus e lentezze sotto rete condannano il Napoli alla sconfitta. Vince l’Inter 3 a 1

06 Gennaio 2020 0 Di Marino Marquardt

Una scivolata griffata Di Lorenzo e un errore autografato Meret. Due lapsus che valgono la sconfitta per il Napoli. Lukaku non perdona. Due gol che segnano il destino dei novanta minuti. Un destino reso ancora più amaro dalla rete di Lautaro messa a segno nella fase di maggiore intraprendenza del Napoli.

Hanno perso contro la Capolista – i partenopei – ma almeno hanno dato segni di vita dopo la narcosi Ancelottiana.

Nel Napoli si intravedono gli effetti dell’opera di ricostruzione avviata da Rino Gattuso. Ma il lavoro da fare non è cosa da poco. Inter troppo forte nella prima mezz’ora rispetto ai partenopei. I Nerazzurri sembrano giocare come il gatto col topo. Possono permetterselo – i Ragazzi di Conte – grazie alla manovra bene organizzata. Poco da fare per gli Azzurri volenterosi ma imprecisi e con le idee ancora non del tutto chiare. Convincenti nelle impostazioni e nelle aperture di gioco, decisamente lenti e in ritardo nell’area avversaria.

Cambia la scena nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo. Gli Uomini di Gattuso con azioni all’insegna della intensità mettono all’angolo gli avversari. Bagliori che lasciano immaginare una ripresa al calor bianco. Ma Lautaro costringe i Padroni di casa a riporre nel cassetto sogni e ambizioni.

Dal terreno di gioco esce un Napoli sconfitto ma in ripresa. Magra consolazione dopo i proclami dell’estate scorsa.

Si è avvertita contro una difesa coriacea come quella interista l’assenza di un fantasista come Dries Mertens. E Lorenzo Insigne non si è ancora riappacificato con la Dea Bendata. Colpita l’ennesima traversa. E’ bisognevole della benedizione di uno di quei preti richiesti per allontanare la malasorte…

Ps. Avviso agli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dalla scrittura corrente sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

06/012/2020    h.22.45