Le trasgressioni ai tempi del Coronavirus. In naftalina i desideri proibiti, è tempo di pantofole…

Le trasgressioni ai tempi del Coronavirus. In naftalina i desideri proibiti, è tempo di pantofole…

12 Marzo 2020 0 Di Marino Marquardt

Fuori ordinanza, lontano una volta tanto dai numeri dell’Emergenza Sanitaria, Economica e Sociale, ecco un affresco – tra il serio e soprattutto il faceto – dell’altra faccia delle conseguenze del restare prigioniero in casa.

Due settimane in pantofole, una condanna per molti. Soprattutto per quanti sanno godere dei Piaceri della Vita. Massì (licenza lessicale dell’Autore ndr), meglio prenderla a ridere tra un bollettino di guerra e l’altro. Per farlo basta guardarsi intorno e fotografare l’altra faccia della realtà, quella che fa soffrire in silenzio i Discepoli di Epicuro, il Filosofo del Piacere Intellettuale, quel Piacere che Orazio e i suoi Seguaci ridussero a Godimento più terra terra, quel Piacere che il Sacerdote del Carpe Diem ridusse a Godimento Fisico e non dell’Anima. Una mutazione – questa – dovuta probabilmente alle abbondanti degustazioni di robusto Falerno, il Nettare degli Dei delle colline Mondragonesi.

Premesso ciò – e gettando una occhiata da angolazione Oraziana sull’Italico Costume al tempo della Minaccia Coronavirus – viene fuori un quadro dai cupi colori della  prostrazione.

Nelle città in versione Ferragostana fuori stagione, all’ombra di Saracinesche abbassate, tra Strade deserte e Città vuote, Trasgressioni addio e Trasgressori in naftalina!

Piangono i Padroni delle Scommesse, piangono i Compari di Sky e Dazn, piangono i Tenutari dei Paradisi a ore, piangono i Ruffiani del Piano Bar complici di inconfessabili Amori.

Piangono i Clienti delle Sale Mangiasoldi, piangono Quelli dei Pezzotti, piangono le Coppie clandestine.

Negate le ore d’amore, off limits i sentieri dell’Eros. Il Nemico Invisibile partito dalla Cina e arrivato da chissà dove non concede momenti di ricreazione, di svago. Dante fu più clemente con gli Ignavi…

E’ brutta l’aria che tira per i Trasgressori incalliti. Il Coronavirus ha finito col legare le mani e i piedi ai Sacerdoti del Peccato.

Non c’è via di fuga per il Libertino di Lungo Corso.

Il Prototipo Oraziano del Terzo Millennio è peraltro costretto in questi giorni anche a problematica convivenza con la ormai stantia Dolce Metà. Ed è questo uno degli aspetti più sconvenienti degli Arresti Domiciliari imposti dall’Avvocato Giuseppe Conte. E dire che Giuseppi aveva detto di voler essere l’Avvocato degli Italiani. Verba volant, vatti a fidare…

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di potermi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale di Italia Notizie 24. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

 

12/03/2020   h.18.30