Legnati, Salvini e Meloni lasciano le urne che avevano invocato con orgogliosa sicurezza

Legnati, Salvini e Meloni lasciano le urne che avevano invocato con orgogliosa sicurezza

05 Ottobre 2021 0 Di Marino Marquardt

Legnati e illividiti, Matteo Salvini e Giorgia Meloni lasciano le urne che avevano invocato con orgogliosa sicurezza; vince il convitato di pietra Mario Draghi; vendemmiano ebbri i moderati non toccati dalla pandemia; restano orfani di rappresentanza gli ultimi, i precari, i disoccupati. Sarà un problema gestire e trovare un riferimento politico alla montante collera di questi ultimi. Non basteranno i Sindacati.

Sono i flashes del voto amministrativo di domenica e lunedì, sono le foto di una consultazione elettorale con cui la metà degli aventi diritto al voto ha di fatto bocciato l’intero ceto politico italiano, un ceto politico composto da anime morte, volgari e arroganti primi attori e comparse, vecchi e giovani marpioni.

Sconfitta la doppia morale Salviniana, bocciati i vizi privati e le pubbliche virtù dei Partioti Meloniani. Spunta una nuova Destra moderata impersonata dai Governisti della Lega; all’orizzonte si intravede una sorta di Maggioranza Ursula a sostegno del Governo Draghi. Una Nuova Coalizione composta da Enrico Letta, Giuseppe Conte, Silvio Berlusconi e da quanti ci stanno di ciò che resta della Sinistra e del polverizzato Centro Renziano-Calendiano.

Fuori gioco Meloni e Salvini. La prima è destinata all’isolamento; il secondo è condannato all’ininfluenza dopo la cottura a fuoco lento portata a termine dallo Chef Mario Draghi. Rosolato a dovere, Salvini potrà esprimere la propria ignoranza e volgarità soltanto tra i fedelissimi. Un inner circle ineluttabilmente destinato al ridimensionamento.

Con i Leader di Fratelli d’Italia e della Lega in disgrazia, sconfitti anche i No Vax e i No Green Pass. Da oggi – vedrete – non si parlerà più di questi Sciocchi Oscurantisti e di questi Fastidiosi Disturbatori.

Si profila insomma un nuovo Quadro Politico con nuovi Equilibri. Se son rose…

Ps. “Sopra le Righe”, è uno spazio in progress che a seconda degli avvenimenti di giornata aggiornerà il commento arricchendolo. “Sopra le Righe” è uno spazio che offre a chi scrive il privilegio di potersi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola gratificata dalla maiuscola. La maiuscola – insomma – funge da sottolineatura. Chiedo venia a Quelli della Crusca,,,