L’Italia dei debuttanti batte ad Amsterdam un’Olanda in piena crisi

L’Italia dei debuttanti batte ad Amsterdam un’Olanda in piena crisi

28 Marzo 2017 0 Di Marco Martone

LA SQUADRA DI VENTURA VINCE LA SFIDA DI LUSSO CONTRO L’OLANDA GRAZIE ALLE RETI DI EDER E BONUCCI. ESORDIO IN AZZURRO PER CINQUE NUOVI GIOCATORI

D’accordo non era l’Olanda del calcio totale, né la squadra che ha annoverato, in passato, campioni del calibro di Cruyff, Krol, Van Basten o Gullit. Qualche volta, però, nel calcio sono sufficienti la storia e la tradizione di una nazionale per trasformare una partita normale in un’amichevole di “lusso”. Così va considerata la gara di Amsterdam.

Quella di oggi, purtroppo, è solo la parodia dello squadrone arancione, che per anni ha fatto vedere come si giocava al calcio a mezzo mondo. L’Olanda affrontata dall’Italia era reduce dalla batosta con la Bulgaria (2-0), si trova in pieno psicodramma tecnico, con l’esonero a due giorni dalla sfida agli azzurri dell’allenatore Blind (la squadra è stata affidata al traghettatore Grim) e alle prese con una situazione molto difficile in ottica qualificazione ai prossimi Mondiali di Russia 2018.

Una Olanda così malmessa non poteva che perdere contro un’Italia messa in campo in maniera sufficientemente diligente da Giampiero Ventura, che ha avuto anche la possibilità di sperimentare un modulo tattico diverso rispetto alla partita con l’Albania di venerdì scorso e di far esordire in maglia azzurra ben cinque nuovi giocatori: Gagliardini, D’Ambrosio Spinazzola, Verdi e Petagna, senza considerare il portiere Donnarumma, che aveva già giocato in azzurro ma che per la prima volta è stato schierato da titolare diventando il più giovane estremo difensore della Nazionale a scendere in campo dal primo minuto in una gara ufficiale.

Alla fine l’Italia ha vinto 2-1, anche se le cose non si erano messe bene per gli azzurri, andati in svantaggio a causa di una maldestra autorete di Romagnoli. Una gioia effimera per i padroni di casa, raggiunti una manciata di secondi dopo da un perfetto diagonale di Eder sul quale il portiere Zoet non ha potuto fare null’altro che guardare la palla finire in fondo al sacco. Prima dello scadere del primo tempo l’Italia ha trovato anche la rete della vittoria, con un tiro sotto la traversa di Bonucci, che ha ribattuto in rete un pallone deviato da Zoet dopo un colpo di testa di Parolo.

Nella ripresa la girandola delle sostituzioni, con i debutti di molti giocatori che si stanno ben comportando in campionato. Nel finale l’ingresso di Sneijder per l’Olanda ha dato linfa ai padroni di casa ma nelle uniche due occasioni avute, proprio dall’ex interista, è stato bravissimo Donnarumma. Da valutare le condizioni di De Rossi, uscito malconcio per una ginocchiata alla schiena.

Una vittoria che da morale al gruppo e che servirà anche a svilire le polemiche per la vicenda Barzagli, che ha lasciato ufficialmente il ritiro per motivi personali, salvo farsi beccare in discoteca la sera successiva alla “fuga” dalla nazionale.