Londra, incendio nel residence in centro: 6 morti e 69 feriti

Londra, incendio nel residence in centro: 6 morti e 69 feriti

14 Giugno 2017 0 Di Redazione In24

Londra, diventa un inferno di cristallo il condominio di North Kensington travolto da un incendio la scorsa notte. Sei morti e 69 feriti tra i residenti. Evacuati i palazzi vicini.

Inferno di cristallo: l'edificio avvolto dalle fiamme dell'incendio scoppiato la scorsa notte a Londra (ph. Reuters).

Inferno di cristallo: l’edificio avvolto dalle fiamme dell’incendio scoppiato la scorsa notte a Londra (ph. Reuters).

Londra, inferno di cristallo a Kensington

Un aguzzo edificio di 24 piani che fino a ieri svettava alto e imponente nel cielo di Londra. Uno dei tanti condomini del centro. Diventato nel cuore della notte un inferno di cristallo, con le lamiere e i vetri avvolti dalle fiamme di un colossale incendio. Ma questa volta la tragedia non è una finzione cinematografica. L’incendio è vero. Si è scatenato nella Grenfell Tower, a North Kensington, nel cuore di Londra. Ed ha provocato sei morti accertati e almeno 69 feriti.

L’incendio, che per ora le autorità inglesi non attribuiscono ad atti terroristici, è scoppiato all’una di notte, le due in Italia, ed ha sorpreso nel sonno le 500 persone che vivono nel condominio.

La macchina dei soccorsi è scattata subito, ed ha coinvolto almeno 200 vigili del fuoco, accorsi attorno all’edificio per spegnere l’incendio, mentre è iniziato il viavai di ambulanze che hanno trasportato le 69 vittime negli ospedali della zona. Purtroppo, alcuni feriti sono gravi, e non è escluso che il numero dei morti possa aumentare, come hanno fatto sapere le autorità inglesi.

 

Condominio distrutto da un colossale incendio

Anche perché l’incendio è di proporzioni colossali, mai viste a Londra. Questa mattina, a giorno ormai fatto, dopo dieci ore di durissimo e pericoloso lavoro, i vigili del fuoco non erano ancora riusciti a raggiungere i piani alti dell’edificio per continuare la strenua lotta contro le fiamme dell’incendio. Ad un certo punto, uno dei responsabili dei vigili del fuoco ha fatto sapere ai giornalisti che ci sarà da lavorare ancora per un giorno almeno. E per sicurezza sono stati fatti evacuare anche gli edifici vicini, per il timore che le strutture del palazzo possano cedere e crollare.

Ovunque, fuori e dentro l’edificio avvolto dalle fiamme, le scene purtroppo tipiche di una disgrazia del genere. Le urla, presto coperte dalle sirene, i bagliori delle fiamme, e ancor più il fumo nero e la terribile puzza degli oggetti bruciati, soprattutto la plastica. Le persone improvvisamente svegliate, alcune terrorizzate, altre a cercare di tenere la calma.

Nuclei familiari, uomini e donne che si cercano, scappano se possono. Molti hanno bambini, e cercano di raccoglierli e di guidarli via.

E potrebbe esserci anche una donna, che secondo un testimone intervistato alla rado della Bbc, nel fuggire dal suo appartamento al 21esimo piano con i suoi 6 figli, ne avrebbe persi due nella fuga.

In alcuni casi, si sono visti anche genitori gettare i figli dalle finestre con i soccorritori protesi a recuperarli.

Molti, purtroppo, sono rimasti bloccati dalle fiamme, o dal collasso delle pareti dei locali in cui si trovavano. Alcuni inquilini hanno addirittura tentato di annodare delle lenzuola in un inutile quanto disperato tentativo di fuggire dalle finestre.

L’edifico, che è di proprietà pubblica ed è stato costruito 43 anni fa, ha subito di recente pesanti interventi di manutenzione degli esterni e delle facciate, che è costata 8,7 milioni di sterline. Ora, è un inferno di fuoco, fiamme e rottami di vetro e metallo.