Luca Silvestrini e Protein con LOL su MT SPAZIO on-line

Luca Silvestrini e Protein con LOL su MT SPAZIO on-line

26 Giugno 2020 Off Di Redazione In24

MT Spazio on line, appuntamento con il teatro: dal 25 giugno alle 20 la conpagnia inglese Protein di Luca Silvestrini con lo spettacolo LOL.

Un’occasione per conoscere un altro lavoro di grande successo del coreografo di origine marchigiana Luca Silvestrini, grazie alla programmazione di MT SPAZIO ON LINE Appuntamento con il Teatro.

Il nuovo appuntamento è per il 25 giugno alle ore 20, con la compagnia inglese Protein di Luca Silvestrini e lo spettacolo LOL (lots of love).

Lo spettacolo sarà visibile fino a domenica 28 giugno ed è sottotitolato in inglese.

Dopo la presentazione in MT SPAZIO on line di Border Tales di Luca Silvestrini, che ha inaugurato la serie di spettacoli dematerializzati offerti on line al pubblico per un tempo limitato, questa volta, del coreografo di origine marchigiana expat in Gran Bretagna da più di 25 anni, sarà on line, LOL (lots of love).

Si tratta dello spettacolo storico della compagnia Protein, creato nel 2011, pluripremiato, con cui il gruppo di danzatori ha girato mezzo mondo.

Prima dello spettacolo potrete ascoltate in video un messaggio di Luca Silvestrini appositamente registrato.

“Sono trascorsi dieci anni – si legge nelle note di Silve sdtrini – da quando LOL (lots of love) è stato creato e ci troviamo, oggi, ad affrontare un momento storico che ci vede costretti ad affidarci, prevalentemente, alle interazioni digitali”.

Realizzato in un’epoca in cui la connessione elettronica era in piena crescita, l’acclamato LOL (lots of love) pone i suoi protagonisti alla ricerca di amicizia e romanticismo.

Contro un muro di persone isolate dietro uno schermo e reclutate in tutto il Paese come parte integrante del processo di creazione, sei anime cibernetiche definiscono elegantemente il linguaggio della vita online mentre affrontano lo sconcertante galateo del discorso digitale.

Parlando e muovendosi a tutta velocità, gli interpreti rendono esilaranti le confessioni dirette allo spettatore e, danzando, ricreano con il corpo le azioni del “taggare” e del “twittare”.

La video animazione di Rachel Davies, il disegno luci di Jackie Shemesh e le musiche originali composte da Andy Pink contribuiscono ulteriormente a dar vita ad una critica tagliente della società e a delineare un emozionante quadro dei bisogni umani.

Nominato ai “Theatre Awards” (Regno Unito) nel 2011, LOL (lots of love) ha permesso a Protein di vincere, nello stesso anno, il premio come migliore compagnia indipendente di danza, al National Dance Awards, dove è stata anche nominata per la migliore coreografia e per l’eccezionale performance femminile (Sally Marie).

Dopo aver preso parte alla vetrina del British Council al Fringe Festival di Edimburgo nel 2011, lo spettacolo è stato presentato in Medio Oriente, Croazia, Russia, Italia, Polonia, Slovenia, Colombia, Tailandia e India.

Diretto da Don Boyd, questo film è stato prodotto da Hibrow, per concessione di One Media IP, registrato a The Place nel marzo 2012 durante l’ultima rappresentazione fatta a Londra. Il film è stato selezionato nel 2013 al San Francisco Dance Film Festival, nella categoria dello spettacolo dal vivo.

Questo broadcast online è parte del progetto Protein 21 Remix Series che porta su un piano digitale gli storici lavori della compagnia, prendendo le distanze dal presente e offrendo una prospettiva collettiva e individuale sulla società, sulle connessioni interpersonali e sul presente.

Dalle recensioni del 2011:

“Le relazioni umane a velocità virtuale, esilarante e divertente. Ad oggi la sua (di Luca Silvestrini) migliore creazione” ★★★★ The Guardian

“Essenziale finché non esplode in una tensione melancolica…” The Observer

Riguardo al progetto MT SPAZIO on line il direttore di MARCHE TEATRO Velia Papa ha dichiarato_“Vogliamo condividere con gli spettatori la visione in rete di alcuni spettacoli per un tempo effimero, come avviene in teatro. Saranno visibili per una o più serate e poi scompariranno per restare impressi solo nella nostra memoria. Solo in alcuni casi resteranno visibili per un tempo più lungo. Il teatro è accadimento dal vivo e, se si traduce in immagini video, diventa inevitabilmente qualcos’altro: il più delle volte documento in altre, più rare, cinema.” Tra gli appuntamenti ci saranno spettacoli già presentati dal vivo nei nostri spazi o novità inedite. Non un archivio di registrazioni video più o meno accurate, quindi, ma un vero e proprio appuntamento con il teatro, da segnare in agenda e da non perdere.

Articolo di: Marche Teatro