Luna Rossa verso la finale contro Team New Zeland

Luna Rossa verso la finale contro Team New Zeland

22 Febbraio 2021 0 Di Nicholas Rinaldi

Luna Rossa vince “a mani basse” contro il team più finanziato tra i contenders

Situazione rovente a Auckland dopo le dichiarazioni di Tina Symmans portavoce di ACE (America’s Cup Event). L’organizzazione che si occupa dell’organizzazione dell’evento ha ribadito che il Challenge of Records, ovvero il team Luna Rossa Prada Pirelli, non ha rispetto per la Nuova Zelanda e i suoi cittadini. Paradossalmente questo avviene dopo che il Challenge of Records ha ribadito di voler designare il vincitore della Prada Cup attraverso la competizione in acqua e non attraverso il regolamento. Il regolamento, siglato tra il detentore della coppa e il Challenge of Records, stabilisce che alla data del 24 febbraio il team che avrà più punti vincerà la competizione. Di fatto Luna Rossa avrebbe potuto attendere la data del 24 febbraio trascurando totalmente la richiesta dell’ACE di sospendere le regate in attesa della fine dell’emergenza COVID nella città di Auckland.

Vittoria meritatissima di Luna Rossa che si conferma essere fortissima con vento leggero. Britannia ammaina le vele consapevoli di non aver avuto una barca competitiva. A nulla, se non ad averci provato, sono serviti i centoventi milioni di euro investiti dal patron della chimica inglese, già socio del team Mercedes di F1.

21/02/21 – Auckland (NZL)36th America’s Cup presented by PradaPRADA Cup 2021 – Final Day 4Luna Rossa Prada Pirelli Team base

Una vittoria italiana che permette di poter vincere la Coppa America

Fantastica la prova del team italiano che ha dimostrato di essere compatto nei momenti difficili e ad aver tirato fuori il meglio sotto il profilo umano. Ben equilibrato è stato il dividere i compiti in modo definito e chiaro sulla barca e sull’organizzazione della squadra.

Non resta che aspettare il 6 di marzo per vedere le prime due regate tra Luna Rossa e Emirates Team New Zeland. La squadra di Bruni-Spithill incontreranno i detentori della coppa nel golfo di Hauraki. Se le condizioni del vento saranno confermate come leggere, ci saranno concrete possibilità che Luna Rossa riesca a compiere l’impresa. Il vento è la chiave di tutto e la barca italiana è stata concepita proprio per correre con brezza leggera.

Chi vincerà la prima regata avrà un vantaggio psicologico sull’avversario decisivo.

Un altro fattore da tenere in considerazione come ruolo chiave per la vittoria definitiva della Coppa America è il fattore umano. Luna Rossa è attualmente il team che ha avuto più esperienza di match race. La prova del fuoco non è un fattore da sottovalutare. Il 6 di marzo l’equipaggio italiano scenderà in acqua con la consapevolezza di dover dare tutto per vincere ma con la consapevolezza di avere una padronanza del mezzo impeccabile nel confronto con l’avversario. Le barche sono nuove e nascondo tante insidie. Questo è il principio per cui il team detentore della coppa potrebbe presentarsi in acqua con tanto stress e ansia da prestazione. I neozelandesi arriveranno al confronto con Luna Rossa con la ricerca di conferme della loro capacità di regatare a questi ritmi con queste barche in costante evoluzione.