M5s, l’ultima lite è sui soldi. Volano gli stracci nel Tempio della oggi negata Trasparenza

M5s, l’ultima lite è sui soldi. Volano gli stracci nel Tempio della oggi negata Trasparenza

08 Gennaio 2020 0 Di Marino Marquardt

L’ultima lite all’ombra delle Cinquestelle è sui soldi. E – detto papale papale – è tutta merda (letame per quanti hanno paura delle parole ndr) che trabocca quella che viene fuori dalla vicenda delle mancate restituzioni di parte degli stipendi di alcuni Parlamentari Pentastellati. Tra accuse di furbate, dimenticanze e dispetti volano gli stracci nel Tempio della oggi negata Trasparenza..

Merda che trabocca prodotta anche dagli sbandamenti etico-morali del Movimento e dall’assenza di un Capo Politico dotato della necessaria Autorevolezza. E tra espulsioni, insubordinazioni e consapevoli addii, poco ci manca al Liberi Tutti.

Si sgretola la Caserma Cinquestelle sotto il peso delle Compromissioni etico-morali; rischia il dissolvimento il M5s in seguito all’assenza di una chiara bussola Valoriale. Il dichiararsi di essere né di Destra né di Sinistra non paga più. Equivale ad affermare il proprio Non Essere in un Mondo nel quale Destra e Sinistra continuano a scontrarsi. Qualcuno lo riferisca al Giggino da Pomigliano…

E’ fuori dalla Storia il M5s guidato dal Giovanotto dal perenne sorriso abbozzato tra le labbra. E la benedizione conferitaGli da Beppe Grillo – visti i chiari di luna – assume sempre più il significato della Estrema Unzione Politica.

Detto ciò, sorprende che nei sondaggi la Creatura Grillina continui a galleggiare tra il 16 e 17 per cento. Ma con uno come Di Maio alla guida il M5s prima o poi affonderà. Siatene certi, è soltanto questione di tempo.

Ps. Avviso agli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dalla scrittura corrente sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

08/01/2020  h.17.15