M5s, prove di suicidio. Con la scusa dei Vitalizi vanno in piazza per urlare il No alle Alleanze

M5s, prove di suicidio. Con la scusa dei Vitalizi vanno in piazza per urlare il No alle Alleanze

15 Febbraio 2020 0 Di Marino Marquardt

Il M5s di Luigi Di Maio e di Davide Casaleggio va in Piazza per ribadire il proprio analfabetismo politico e la propria incapacità nel proporre strategie vincenti. Si confermano Dilettanti allo sbaraglio, “Avatar” di derivazione Casaleggiana e nulla più.

In calo di consensi, con la nuova Legge proporzionale ai blocchi di partenza e con due alleanze di Governo siglate con la Lega prima e col Pd poi nell’arco di diciotto mesi, i Cinquestelle si permettono di manifestare esponendo cartelli che ribadiscono il No alle Alleanze con i Dem in occasione delle prossime Elezioni Regionali.

La difesa della cancellazione dei Vitalizi è soltanto un pretesto per rendere possibile il rilancio contro eventuali accordi preelettorali. Una scelta folle! I Cinquestelle si confermano così del tutto inadeguati al compito di gestire la vicenda politica nazionale e locale. Ed è ciò che avevano ben capito i vecchi elettori non omologati alla Piattaforma Rousseau i quali si erano allontanati da tempo.

M5s senza futuro. La manifestazione in Piazza SS Apostoli contro i Vitalizi si trasforma in boomerang che – in seguito al cocciuto e infantile rifiuto di Alleanze – ha ulteriormente allontanato la platea di potenziali elettori.

Senza alleanze al livello Regionale il M5s accelererà i tempi di uscita dal proscenio politico.

Urge una riunione di condominio tra le sinapsi dei Cervelli Pentastellati. Cerchino di fare pace tra loro e quindi non spingere più la lingua ad affermare sciocchezze! La linea sposata da Di Maio, Casaleggio, Vito Crimi e dallo stato maggiore del Movimento è decisamente suicida! Punto!

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di potermi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale di Italia Notizie 24. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

15/02/2020    18.30