Home Cronaca Cronaca internazionale Malta, la rinascita di Manoel Island, da luogo degradato a isola verde

Malta, la rinascita di Manoel Island, da luogo degradato a isola verde

320
0

Nel cuore di Malta, proprio di fronte alla Valletta, sorge un luogo incantato e unico, che sta per tornare a nuova vita. Si tratta di Manoel Island, un isolotto che si trova  nel comune di Gzira e che sta per subire una totale trasformazione.

Manoel Island offre un panorama unico su La Valletta.

Ce ne parla Conrad Borg Manché, giovane ed entusiasta sindaco di Gzira, che si è fatto promotore della rinascita del luogo.

Conrad Borg Manché, il sindaco di Gzira.

Manoel Island, fascino e storia nel cuore di Malta

Ma andiamo per ordine. Manoel Island prende il suo nome da uno dei Gran Maestri dell’ordine dei Cavalieri di Malta, tal António Manoel de Vilhena, spiega Borg Manchè a Italia Notizie24, mentre ci accompagna in una visita dell’isola, “che decise di approfittare della posizione strategica dell’isola per costruirvi un forte, conosciuto oggi col nome di Fort Manoel. Sul lato meridionale di Manoel Island si trovano i resti di un Lazzaretto che risale al XVI secolo ed è stato utilizzato per lo più come ospedale, zona di quarantena e centro di controllo delle epidemie. Durante la Seconda Guerra Mondiale e gli anni sotto l’Impero Britannico l’isola, il forte e il Lazzaretto hanno anche ospitato una base navale della marina inglese. Per molti anni l’isola è rimasta in stato di abbandono, fino a quando è stato eletto il nuovo sindaco, che ha deciso di restituire l’isola ai maltesi, con un progetto ambizioso.

Fort Manoel, cuore dell’isola, diventerà un centro culturale e d’arte.

Il progetto di recupero e valorizzazione

Non è stato facile”, racconta Borg Manché, “ma sapevo che era la cosa giusta da fare. Quando mi hanno proposto di candidarmi a sindaco di Gzira, ho accettato anche con l’obiettivo di restituire Manoel Island ai maltesi. Un tempo era un posto dove trascorrere le domeniche, rilassarsi, poi è rimasto inaccessibile per 16 anni, per colpa di una gestione errata del consorzio che lo aveva in gestione”. Con forza, tenacia e grande lungimiranza, il sindaco di Gzira insieme a Kamp Emergenza Ambjent e al Moviment Graffiti, ha organizzato una serie di proteste e la riapertura forzosa dell’isola, dopo troppi anni di abbandono. E ha vinto la sua battaglia. Il progetto di riqualificazione, da 400 milioni di euro, sarà curato dallo studio dell’archistar inglese Foster + Partners, e prevede la totale trasformazione dell’area.

Il progetto di riqualificazione di Manoel Island, firmato da Foster + Partners.

Il punto di forza è un parco di 80.000 metri quadri, che sarà l’unico vero polmone verde in quest’area”, prosegue il sindaco di Gzira, “mentre Fort Manoel diventerà un centro per le arti e la cultura, con gallerie, negozi e ristorante. Il Lazzaretto sarà convertito in hotel a 5 stelle, e vi saranno anche alcuni edifici per abitazioni, che però non saranno invasivi. Gli edifici sorgeranno nella parte occidentale dell’isola, e non saranno alti più di tre/quattro piani. Il mio obiettivo principale è di rendere l’isola fruibile ai maltesi, che possono venire a rilassarsi o divertirsi.”

I lavori di riqualificazione dovrebbero inziare nel 2019 e dureranno circa sette anni. Dopo di che, tutta l’area di Gzira subirà una accelerazione, e sicuramente si assisterà a un rialzo dei prezzi delle abitazioni. Forse è il momento giusto per investire.