Malta, Moas regala un dolce pensiero ai minori non accompagnati

Malta, Moas regala un dolce pensiero ai minori non accompagnati

15 Aprile 2021 0 Di Redazione In24

L’organizzazione umanitaria Moas porta sostegno alle comunità più fragili di Malta, soprattutto in questo periodo di pandemia da Covid-19.

Malta, Moas regala un dolce pensiero ai minori non accompagnati

L’organizzazione umanitaria internazionale Moas è sempre attiva nel suo impegno per assistere e portare sostegno alle comunità più fragili di Malta, soprattutto in questo difficile periodo di pandemia, in cui ci sentiamo tutti più isolati e pieni di incertezze.

Nei momenti più duri ricevere supporto e un gesto solidarietà, anche piccolo, può fare la differenza. I minori non accompagnati ospiti nei centri di accoglienza maltesi rappresentano uno dei punti di intervento di MOAS, che con le sue iniziative cerca di portare conforto, donare speranza e un sorriso. Sappiamo quanto deve essere difficile, per questi ragazzi e ragazze con meno di 18 anni, trovarsi da soli in un Paese straniero, senza i genitori o la famiglia al loro fianco, senza nemmeno un tutore che tuteli i loro interessi: solitudine e isolamento, sono esacerbati dalle restrizioni dovute al Covid-19, il senso di incertezza aumenta.

Dopo l’iniziativa di Natale, MOAS questa volta ha donato un totale di 204 casette Smarties ai minori non accompagnati e ai residenti del centro di Hal Far e agli ospiti del Disruption Peace Lab.

Regina Catrambone, co-founder e direttrice di MOAS, afferma: “Questa iniziativa vuole, ancora una volta, esprimere solidarietà e donare un dolce momento di gioia e spensieratezza a questi ragazzi, lontani dai loro affetti. Un piccolo gesto dal grande valore morale, con il quale MOAS ribadisce l’importanza di non arrenderci allo sconforto, nemmeno nei momenti più bui. Non dobbiamo rinchiuderci tra le mura dell’egoismo ma continuare trovare il tempo e il talento per aiutare gli altri, in ogni modo possibile. Bisogna tenere accesa la speranza e questi giovani hanno davvero bisogno di sostegno e di incoraggiamento per non sentirsi soli nel percorso verso un futuro migliore.” 

 

#Teniamoaccesalasperanza