Maltempo, il nord Italia nella tormenta e trasporti in tilt

Maltempo, il nord Italia nella tormenta e trasporti in tilt

11 Dicembre 2017 0 Di Redazione In24

Pesante il bilancio dei disagi e dei danni provocati dal maltempo che sta sferzando il Nord Italia e che ha messo in ginocchio i trasporti.

Maltempo, nord nella morsa del gelo

Il maltempo sta bloccando l’Italia del Nord e colpendo anche il Centro e il Sud. Neve, gelo e pioggia ghiacciata cadono ovunque e creano disagi soprattutto alla circolazione ferroviaria e stradale.

Ieri i primi fiocchi di neve della stagione in Lombardia, ma la situazione più critica si registra oggi in Piemonte, Liguria e Toscana.

Ad essere piagata dal freddo e dal gelo è soprattutto la Liguria, dove è stato dichiarato e poi prolungato fino alle 13 di domani lo stato di allerta rossa per tutti i bacini idrografici lungo la costa da Portofino a Sarzana, al confine con la Toscana e per tutta la provincia della Spezia.

Il massimo grado di criticità già in vigore nell’interno di Valfontanabuona e Valle Sturla rimarrà valido invece fino alle 9 di domani mattina.

Nelle ore successive l’allerta andrà a scendere su tutti i bacini: sarà arancione fino alle 18 e a seguire gialla fino alla mezzanotte di domani.

Nello spezzino e nel levante genovese occhi puntati sui principali corsi d’acqua, l’Entella a Chiavari e poi i fiumi Magra e Vara verso il confine con la Toscana: secondo le rilevazioni il livello di quest’ultimo è in aumento, cresciuto di 3 metri dall’inizio delle precipitazioni ad ora. Al momento sono 16mila le utenze fuori servizio, secondo le rilevazioni di Enel, soprattutto nel genovese e savonese.

E’ stato diramato alle 13.30 l’ultimo bollettino di valutazione delle criticità del Centro funzionale regionale della Regione Toscana che ha confermato l’allerta rossa per rischio idrogeologico ma ha declassato a giallo il livello di allerta per il vento. Le previsioni per domani prevedono un miglioramento dello stato d’allerta, indicando solo livello arancione per rischio idrogeologico fino alle 6 del mattino e giallo per il resto della giornata.

Per ora, per fortuna, non si registrano vittime. Ma in provincia di Bologna, un’auto in sosta è finita nel torrente Lavino ed è stata poi recuperata dai sommozzatori dei vigili del fuoco con le imbragature.

Trasporti, strade e ferrovie in tilt

maltempo treni fermi per il geloIl maltempo e il forte gelicidio hanno messo letteralmente in tilt il traffico ferroviario, con le linee e i treni bloccati dai guasti provocati dal freddo ai convogli e alla meccanica degli scambi.

A Torino, un guasto ha provocato forti rallentamenti tra Lingotto e Porta Nuova, in direzione Genova. Sulla linea Savona – San Giuseppe di Cairo, tra Piemonte e Liguria, il traffico ferroviario è stato addirittura temporaneamente sospeso. Le linee Genova-Milano e Genova-Torino (via Mignanego) sono state sospese nel tratto tra Ronco e Arquata Scrivia. Ancora in Liguria, sono state sospese anche le linee Genova-Acqui Terme e Genova-Busalla-Arquata.

Tra Emilia Romagna e Toscana è stata sospesa e poi gradualmente riaperta la circolazione sulla linea Bologna – Prato, mentre il traffico dei treni resta sospeso sulla linea Parma – La Spezia tra Pontremoli e Parma e sono state attivate corse sostitutive in autobus.

E la situazione resta incerta anche in prospettiva, e potrebbe anche peggiorare, se le condizioni meteo non miglioreranno.

In tilt è poi anche la circolazione stradale. L’Anas ha confermato di aver mobilitato i suoi mezzi spargisale e spazzaneve su vari tratti di tutta la rete di strade statali nelle regioni del nord, soprattutto in Valle d’Aosta, Piemonte e Lombardia.

In Valle d’Aosta è temporaneamente chiusa la strada statale 26 della Valle d’Aosta nel comune di Courmayeur, in località La Saxe, e il traffico viene deviato su percorsi alternativi. Tratto chiuso anche nel comune di La Thuile a causa del rischio valanghe e nel comune di Pré-Saint-Didier per consentire la fresatura della neve. Provvisoriamente chiusa anche la strada statale 27 del Gran San Bernardo nel comune di Saint-Rhemy-en-Bosses a causa del rischio slavine e per la bassa visibilità.

In Piemonte, sempre a causa del maltempo, è chiusa la strada statale 21 della Maddalena da Argentera al confine di Stato, in provincia di Cuneo. La strada statale 25 del Moncenisio è percorribile per l’intero tratto italiano fino al confine di Stato, mentre è chiuso il proseguimento francese dell’arteria per chiusura stagionale.

In Lombardia è temporaneamente chiusa la strada statale 38var (variante di Morbegno) tra Cosio Valtellino e Trivio Fuentes, in provincia di Sondrio, per le forti nevicate in corso. Chiusa anche la strada statale 38 dello Stelvio tra la località Bagni Vecchi e il Passo dello Stelvio, a causa del forte vento.

In Liguria è chiusa la strada statale 1 Via Aurelia in corrispondenza di una frana ad Arenzano (km 547,700), e il traffico è deviato sull’autostrada A10 tra Genova Voltri e Arenzano. In Toscana, infine, è chiuso lo svincolo di Viareggio, sulla strada statale 1 Via Aurelia, a causa di allagamenti sulla viabilità secondaria.