Matteo Macchioni è Fernando al Royal Danish Theatre in Così fan tutte

Matteo Macchioni è Fernando al Royal Danish Theatre in Così fan tutte

12 Novembre 2019 0 Di Redazione In24

Prima del ritorno in Italia a dicembre con i quattro “Concerti di Natale”, il tenore Matteo Macchioni sarà Fernando, in Così fan tutte, al Royal Danish Theatre.

Matteo Macchioni è Fernando in Danimarca

Prima del ritorno in Italia a dicembre con i quattro “Concerti Di Natale, il tenore italiano acclamato dal pubblico e dalla critica internazionale Matteo Macchioni da oggi, martedì 12 novembre, sarà al Royal Danish Theatre (Danimarca) nelle vesti dell’ufficiale dell’esercito Ferrando nell’opera mozartiana “Così fan tutte”. Lo spettacolo andrà in replica il 16, 20, 24 e 28 novembre.

Per tutte le informazioni in merito allo spettacolo è possibile consultare il sito ufficiale del Royal Danish Theatre al seguente link: https://kglteater.dk/det-sker/sason-20192020/opera/cosi-fan-tutte/?section=top

«Sono orgoglioso di debuttare nel ruolo di Ferrando del “Così fan tutte” di Mozart in un grande teatro d’opera internazionale come il Royal Danish Theatre di Copenaghen – racconta il tenore Matteo Macchioni – Il ruolo è importante e completo dal punto di vista delle qualità vocali da esprimere, mentre lo spettacolo è ricco di meravigliosa musica. Non vedo l’ora che sia domani per interpretare questo magnifico personaggio che si va ad aggiungere ai ruoli debuttati in questi primi intensissimi anni di carriera internazionale!»

Concerti di Natale, quattro appuntamenti a Modena, Treviso, Firenze e Roma

I “Concerti di Natale” previsti in Italia sono quattro appuntamenti evocativi di musica sacra in alcune delle più suggestive e storiche chiese di Modena, Treviso, Firenze e Roma.

L’esibizione di Matteo sarà impreziosita dalle note della pianista Mirca Rosciani, dalla voce del soprano Francesca Tassinari e dall’armonia del violinista Gennaro Desiderio.

I quattro appuntamenti partiranno dalla Chiesa di San Francesco a Modena (ore 20.00 – ingresso libero) e proseguiranno il 6 dicembre alla Chiesa di San Nicolò di Treviso (ore 20.00 – ingresso libero), il 9 dicembre nella Basilica di Santo Spirito a Firenze (ore 19.30 – ingresso libero) e il 10 dicembre presso la Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola di Roma (ore 18.30 – ingresso libero).

Macchioni, ecco il suo curriculum sulla scena lirica internazionale

Matteo Macchioni nasce a Sassuolo e inizia fin da bambino a studiare musica.  Nel 2007 consegue, con il massimo dei voti, il diploma accademico di secondo livello in pianoforte, coltivando parallelamente lo studio e la passione per il canto lirico.

Dopo il debutto nel 2010 al Teatro Giuseppe Verdi di Salerno nel ruolo di Nemorino dall’”Elisir d’amore” di Gaetano Donizetti, diretto dal Maestro Daniel Oren, calca i palcoscenici di alcuni importanti teatri d’Italia.

In quelle occasioni interpreta ruoli di rilievo in celebri opere liriche: Ernesto nel “Don Pasquale” di Gaetano Donizetti al Luglio Musicale Trapanese, il Conte di Almaviva nel “Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini allo Stresa Festival e le performance al Teatro Sociale di Como, al Teatro Faschini di Pavia, al Teatro Ponchielli di Cremona e al Teatro Verdi di Sassari.

Più tardi si esibisce nel ruolo del Conte d’Almaviva ne “Il barbiere di Siviglia” al Teatro del Bicentenario di Lèon (Messico), al Teatro Semperoper di Dresda (Germania) e alla Royal Danish Opera House di Copenaghen (Danimarca), fino a proseguire con le interpretazioni di Don Ramiro in “La Cenerentola” di Gioachino Rossini alla Oper Leipzig (Germania) e alla Welsh National Opera (Regno Unito).

Nel 2017 debutta al Teatro alla Scala di Milano ne “La gazza ladra” di Rossini (Isacco), diretta da Riccardo Chailly per la regia di Gabriele Salvatores. 

Tra i suoi impegni più recenti si ricorda l’interpretazione al Teatro Carlo Felice di Genova nel ruolo di Ernesto dal “Don Pasquale” di Gaetano DonizettiDon Ottavio dal “Don Giovanni” di Mozart al Theater Freiburg“Guillaume Tell” di Rossini al Festival di Erl.

Ecco i link utili su Matteo Macchioni: