Messico, Riviera Maya a misura di bambino

Messico, Riviera Maya a misura di bambino

19 Marzo 2018 0 Di Francesca Pierpaoli

La Riviera Maya è una destinazione perfetta per le famiglie. Raggiungibile dall’Italia con voli diretti su Cancun, si offre con spiagge che si srotolano per chilometri e chilometri, dove la sabbia fine e chiara non scotta e dove i fondali digradano dolcemente e non sono pericolosi per i bambini.

I parchi tematici della Riviera Maya sono un mix di esperienze naturalistiche e avventure divertenti, capaci di coinvolgere tutti i membri della famiglia. XCaret – votato miglior parco al mondo nel 2016 – offre 50 diverse esperienze, fra cui l’osservazione di specie quali uccelli variopinti, tartarughe marine, farfalle, fenicotteri, giaguari e puma, squali e delfini. Si fa snorkeling, si naviga in fiumi, si partecipa ai laboratori in cui il cacao si trasforma in cioccolato, si assiste ai rituali del folklore maya. Xel-Ha è un parco acquatico avvincente, un acquario naturale dove l’oceano si sposa con le correnti di fiumi sotterranei e sorgenti d’acqua dolce; qui, fra un bagno e un pisolino sulle amache, i bambini imparano a conoscere la cultura maya e la fauna autoctona. L’ultimo nato fra i parchi è Xplor, all’insegna delle attività: zipline, ponti tibetani, mezzi anfibi per muoversi in acqua.

Fare il bagno nei cenotes

Un’altra meta che ai bambini piace molto è Aktun Chen, con le formazioni di stalattiti e stalagmiti che datano cinque milioni di anni. Da far vivere senza dubbio l’esperienza del bagno nei cenotes, formazioni geologiche uniche al mondo: specchi d’acqua dolce originati dal crollo del terreno calcareo e riempiti dai fiumi sotterranei. Ce ne sono tantissimi in Riviera Maya, accessibili anche con escursioni organizzate. Fra maggio e ottobre si può offrire ai bambini un’esperienza indimenticabile a Playa del Secreto: qui dove nidifica la più importante colonia di tartarughe marine, delle specie Caguama e Bianca, in quei mesi avviene la deposizione delle uova.

Il fulcro della Riviera Maya è Playa del Carmen, con la sua Quinta Avenida, lunghissima via pedonale punteggiata da negozi e bar.

Dove alloggiare

VIVA WYNDHAM AZTECA

La maggior parte delle sistemazioni prevede due letti da una piazza e mezza; la vista può variare su mare, piscina o giardino. La ristorazione è affidata al ristorante principale a buffet aperto per tutti i pasti (dotato di postazioni per cibi ipocalorici e con menu per celiaci) e a tre ristoranti di specialità, aperti per cena e compresi nella formula all inclusive (maya, italiano e asiatico). Lo snack bar in piscina è sempre aperto e correda l’offerta.

Il Kids Club è disponibile per bambini da 4 a 12 anni; la sala al coperto, dotata di vetrate, ha giochi e lettini per il sonnellino. Naturalmente vale la pena far godere ai bambini gli spazi esterni, dall’area della piscina con fondali molto bassi alla spiaggia lambita dal Mar dei Caraibi, dove divertirsi con i castelli di sabbia. Senza dimenticare le biciclette, noleggiabili gratuitamente nel resort e utilizzabili per muoversi nell’area di Playacar: naturalmente ci sono anche i formati per bambini!