Migranti e Sea Watch. Silvio Berlusconi si avvicina alle posizioni del Pd

Migranti e Sea Watch. Silvio Berlusconi si avvicina alle posizioni del Pd

29 Gennaio 2019 0 Di Marino Marquardt

Sembra voglia usare il Pd come Dante usava la donna dello schermo per celare l’amore che portava a Beatrice. Silvio Berlusconi – imbronciato con Matteo Salvini – sul tema migranti lancia languide occhiate ai Dem e si avvicina alle posizioni degli inquilini del Nazareno.

Soltanto un dispetto a Matteo Salvini o c’è altro?

Soltanto una sorta di dispetto all’ex storico alleato? Mah! Talvolta da cosa nasce cosa…

Titola  oggi in prima pagina “Libero”, il quotidiano diretto dallo spesso delirante Vittorio Feltri: “Berlusconi imita la Boldrini”. E nell’occhiello si legge: “Porte aperte a tutti gli immigrati”. Nel catenaccio – infine – si chiarisce: “Forza Italia sposa la linea buonista della sinistra e critica il ministro dell’Interno che ringrazia e sale nei sondaggi…”.

La tesi giornalistica – di fatto – sposa e rafforza gli spifferi sui possibili futuri rapporti tra gli entrambi malridotti Forza Italia e il Pd. Rapporti già oggi collaborativi stando entrambi i partiti all’opposizione, rapporti che domani – anche all’ombra del listone a cui sta lavorando Massimo Calenda e in nome della battaglia antisovranista – potrebbero intensificarsi.

L’Immarcescibile di Arcore vedrebbe così realizzato il suo non nascosto sogno, quello di dar vita ad una intesa politica col decomunistizzato Pd. Una intesa non più col pupillo Matteo Renzi… Ma anche con Nicola Zingaretti – pensa Silvio – si potrebbe fare nell’ambito di un più ampio progetto politico. E il chiacchiericcio dilaga…

Soltanto spifferi, al momento. Gli effetti Congresso Pd e campagna elettorale europea non contribuiscono alla chiarezza.

Ma la frequenza con la quale si ripetono i “pettegolezzi” in merito invitano a pensare a qualcosa di più concreto.

Il primo obiettivo del Capo di Forza Italia sarebbe quello di dare una lezione al “fedrifago” Leader della Lega e di rendere inoffensivi i Cinquestelle, sempre irriverenti nei suoi confronti. Un ceffone nel primo caso; un insegnamento  di “buona educazione politica” nel secondo.

Inutile dire che la eventuale quadratura del cerchio sarà possibile soltanto dopo il Congresso Dem…

29/01/2019   h.09.40