Home Politica Politica italiana Migranti: Merkel rassicura Conte; Salvini si prepara a fermare altra nave Ong

Migranti: Merkel rassicura Conte; Salvini si prepara a fermare altra nave Ong

40
0
ong & business migranti

Il tema dei disperati che arrivano dal mare infiamma la vigilia del pre vertice Ue di domenica e agita gli ultimi giorni di campagna elettorale per i ballottaggi in programma tra tre giorni.

Migranti, scontro continuo tra il Ministro dell’Interno e le navi delle Organizzazioni non governative

Ormai e scontro senza soluzione di continuità tra il Ministro dell’Interno nonché Segretario della Lega Matteo Salvini e le navi delle Organizzazioni non governative impegnate nel raccogliere in mare migranti in difficoltà se non addirittura naufraghi.

Stamane avvistata un’altra imbarcazione piena di disperati. 224 a bordo.

Si profila un’altra odissea dopo quella dell’Aquarius.

Salvini avverte: “L’Italia la vedranno soltanto in cartolina”; l’Olanda nega la paternità della Ong Lifeline proprietaria dell’imbarcazione, si scopre che la nave è tedesca. Un maledetto imbroglio. Il Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli ne annuncia il sequestro perché navigherebbe illegalmente…

Si apre un nuovo caso sulla pelle dei migranti con sullo sfondo gli interessi milionari dei trafficanti di uomini. Il tutto mentre sul piano del vertice informale Ue – in programma per domenica – si registra la retromarcia della cancelliera Angela Merkel. “La bozza preparata finora sarà accantonata”, annuncia infatti il premier italiano su Facebook. Giuseppe Conte esulta: “Nessuno pensi di prescindere dall’Italia”.

Intanto Conte si fida della Cancelliera

“Ho appena ricevuto una telefonata dalla Cancelliera Angela Merkel, preoccupata della possibilità che io potessi non partecipare al pre vertice di domenica a Bruxelles sul tema immigrazione. Le ho confermato che per me sarebbe stato inaccettabile partecipare a questo vertice con un testo già preconfezionato. La Cancelliera ha chiarito che c’è stato un “misunderstanding”: la bozza di testo diffusa ieri verrà accantonata”, spiega Conte.

Se son rose…

Non sarebbe la prima volta del resto se Bruxelles, dopo le assicurazioni, si prendesse gioco dell’Italia.

Intanto – come detto – sul fronte interno, anche in vista dei ballottaggi di domenica, Salvini continua a fare la voce grossa. E annuncia la nuova battaglia politica nel bel mezzo del Tirreno.

Malumori nella base Cinquestelle

Sullo sfondo i malumori nella base Cinquestelle. La trasbordante iniziativa del Leader della Lega in campi anche di non sua competenza ha raggiunto il limite della sopportazione nel M5s. Qualcuno auspica che crolli tutto al fine di evitare un inevitabile ridimensionamento. I prossimi mesi saranno decisivi, saranno i mesi in cui dalle parole bisognerà passare ai fatti. E’ il Def incombe sul governo come la spada di Damocle…