Milanesi in ginocchio, il calcio meneghino è in crisi. La Juventus blinda lo scudetto

Milanesi in ginocchio, il calcio meneghino è in crisi. La Juventus blinda lo scudetto

23 Aprile 2017 0 Di Marco Martone

Inter sommersa di gol a Firenze, Milan sconfitto in casa dall’Empoli. Per il Napoli solo un pareggio col Sassuolo ma l’arbitro Damato non vede un netto rigore su Mertens.

Pioggia di gol sul campionato italiano. Il finale di stagione, ampiamente deciso per quanto riguarda la lotta scudetto e per la zona retrocessione, sta regalando emozioni a grappoli esclusivamente per l’alto numero di reti realizzate. La giornata che ha, di fatto, consacrato il sesto tricolore consecutivo per la Juventus, che ha battuto il Genoa per 4-0 è stata un susseguirsi di giocate spettacolari, errori clamorosi e colpi di genio.

Si è segnato tanto e su tutti i campi. Lo show principale c’è stato a Firenze (Fiorentina-Inter) dove è andata in scena una partita folle terminata 5-4 per i Viola con un alternarsi di emozioni e di situazioni da brividi. Sconfitta pesante per l’Inter, sotto per 5-2 a pochi minuti dal termine e capace di andare vicino alla clamorosa rimonta nei minuti di recupero, grazie a Icardi la cui tripletta, però, non è bastata.

Peggio dell’Inter ha saputo fare l’altra “cinese” meneghina, il Milan, capace di perdere al Meazza (1-2) contro un Empoli che in questo finale di stagione sta facendo tutto ciò che non ha fatto nell’arco dell’intero campionato, riuscendo così a tenersi fuori dal trittico di coda destinato alla serie B (Crotone, Palermo e Pescara).

Per nerazzurri e rossoneri l’ipotesi di restare fuori dall’Europa e di fallire in maniera totale una nuova stagione è tutt’altro che remota, anche perché davanti Atalanta (3-2 sul Bologna) e Lazio (6-2 sul Palermo), continuano a fare bene e non sembrano intenzionate a perdere punti per strada in questo finale di campionato. In Europa, invece, ci andranno sicuramente sia Roma che Napoli ed è l’Europa che conta, quella che porta alla Champions League. Per gli azzurri il pareggio di Sassuolo (2-2), però, suona come una mezza sconfitta, visto che la Roma giocherà in posticipo con il derelitto Pescara e quindi avrà la possibilità di riportarsi a più quattro sugli azzurri, oltre al punto di vantaggio da calcolare in base allo scontro diretto che sorride ai giallorossi. Spalletti e soci, quindi, super favoriti per il secondo posto e quindi per l’accesso diretto alla competizione, senza il passaggio per i preliminari di agosto.

La giornata si è chiusa con le vittorie del Crotone (2-1) sul campo della Sampdoria, del Torino (1-3) a Verona col Chievo e dell’Udinese (2-1) sul Cagliari.