Milan e Roma all’inseguimento della Juve. Risale il Napoli dei baby talenti

Milan e Roma all’inseguimento della Juve. Risale il Napoli dei baby talenti

04 Dicembre 2016 0 Di Marco Martone

ALLA ROMA IL DERBY CAPITOLINO. SI FERMA IL TORINO, LA VIOLA VINCE AL ’93

La Roma vince il derby, il Milan supera a fatica il Crotone e così Spalletti e Montella rispondono agli squilli della Juventus e del Napoli, che negli anticipi di venerdì e sabato, avevano superato agevolmente la sorprendente Atalanta di Gasperini (3-1) e l’ormai indefinibile Inter di Pioli (3-0). Si ferma anche il Torino, sconfitto a Genova dalla Sampdoria (2-0), mentre risale la Fiorentina che ha avuto ragione in extremis (2-1) di un Palermo sempre più in crisi, nonostante l’ennesimo cambio sulla panchina. La giornata di campionato, che si chiuderà con due posticipi, ha dunque rilanciato le ambizioni dei giallorossi e dei rossoneri, ora entrambi a quattro punti dalla capolista. In un Olimpico a tratti deserto, per una protesta di una parte della tifoseria romanista, i giallorossi si sono imposti grazie alle reti di due centrocampisti, Strootman e Nainggolan. Due gol favoriti da evidenti errori difensivi della retroguardia laziale, che hanno indirizzato una gara che sembrava avviarsi verso un pareggio scontato.

GOL E RISSA

Un derby nervoso e poco spettacolare, dove sono volate parole grosse e spintoni tra i protagonisti, causa un gesto poco sportivo di Strootman che dopo aver segnato ha versato l’acqua di una bottiglietta sul volto di un avversario (Cataldi) poi espulso per la reazione avuta. Una brutta parentesi nella giornata in cui il calcio mondiale si è fermato per ricordare la scomparsa dei giocatori del Chapecoense, morti nel disastro aereo della settimana scorsa. La Roma, comunque, è sempre al secondo posto assieme al Milan vittorioso (2-1) sul Crotone. Montella deve ringraziare ancora una volta Lapadula, bomber di B che si sta facendo valere anche in massima serie, che ha cavato il ragno dal buco a una manciata di minuti dalla fine di una partita che il Crotone, forse, non meritava di perdere. Davanti a tutti c’è sempre la Juventus, contro la quale l’Atalanta dei miracoli si è sciolta come neve al sole.

I BABY TALENTI DEL NAPOLI

Alle spalle di Milan e Roma risale invece il Napoli che ha strapazzato un’inguardabile Inter al San Paolo. Sarri ha ritrovato gioco, gol e la spinta di tre giovani talenti, Rog (al suo esordio), Diawara e Zielinski, poco più di 60 anni in tre, che hanno dato a tratti spettacolo contro gli altisonanti nomi della formazione milanese. Un viatico perfetto prima della trasferta di Champions contro il Benfica, decisiva per il passaggio agli ottavi di finale della competizione europea.  Nelle altre gare di giornata da segnalare la vittoria del Sassuolo sull’Empoli (3-0) e il pareggio in extremis del Pescara (1-1) con il Cagliari. Il prossimo turno prevede due scontri diretti di grandissimo interesse, Torino-Juventus e Roma-Milan. Il Napoli andrà a Cagliari, mentre l’Inter attende il Genoa.