Miliardi per far  fronte all’emergenza economica delle famiglie. Provvedimento-tampone che non risolve i problemi

Miliardi per far fronte all’emergenza economica delle famiglie. Provvedimento-tampone che non risolve i problemi

29 Marzo 2020 0 Di Marino Marquardt

Soldi ai Comuni da trasferire subito a Quanti non hanno reddito e hanno perso il lavoro. C’è un passaggio di troppo di fronte all’urgenza di sfamare buona parte della popolazione, il meccanismo è farraginoso di fronte all’Emergenza.

Quattro Miliardi e Quattrocento milioni da distribuire subito agli ottocento Comuni Italiani. Sono i soldi messi a disposizione dal Governo per alimentare quanti non hanno più la possibilità di mettere un piatto a tavola.

Una elemosina, troppo poco per restituire un minimo di serenità a Quanti l’hanno perduta.

Non è con le Misure-tampone, con le Misure a rate che si può fronteggiare la Crisi Economica che sta drammaticamente coinvolgendo milioni di Famiglie.

I Provvedimenti annunciati ieri sera dal Premier Giuseppe Conte e dal Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri sono gocce d’acqua nel deserto. Non tolgono sete né fame.

Occorre ben altro, occorrono Misure di Sostegno Economico che durino nel tempo.

Occorre restituire un minimo di certezze nel Futuro a Quanti le certezze le hanno perdute.

Occorre procedere alla rivisitazione urgente del Reddito di Cittadinanza con relativo ampliamento della Platea degli Aventi Diritto.  Il tutto ovviamente tenendo ben presente l’inadeguatezza alla bisogna del Modello Isee, il Certificato che attesta il Reddito dell’anno precedente e non quello dell’anno corrente. Alla luce dell’Emergenza Economica e di Quanti si son ritrovati senza lavoro l’Isee non può più fare testo.

Non è con Proposte raffazzonate che si diluisce la montante tensione sociale.

Chi mostra in merito di avere le idee meno confuse degli Altri Colleghi Politici è la Leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni la quale propone l’elargizione di Mille euro da accreditare subito sui Conti Correnti di Quanti ne facciano richiesta, Mille euro da incassare presso le Banche per i non titolari di Conto.

Inutile dire che è necessario anche prevedere di farla pagare cara ai Furbetti che spunteranno dopo le verifiche sul reale Stato di Bisogno dei Beneficiati dal Sussidio, verifiche che dovranno essere fatte a tempesta passata non essendoci ora il tempo e la possibilità di farle. Si tratta di dare Soldi sulla parola. Salvo poi punire severamente chi avrà  ingannato lo Stato.

Il Ministro dell’Economia Gualtieri, intanto, conferma i 600 Euro da elargire a Quanti si sono ritrovati privi di Entrate. Lo fa con un vago impegno ad aumentare la cifra del Provvedimento che auspica divenga Universale. Sarebbero risultati più graditi toni meno esitanti…

Detto ciò, basta Provvedimenti-tampone!

Intanto, vista la bocciatura degli Eurobond (la Misura caldeggiata dall’Italia e sostenuta da Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, Slovenia, Lussemburgo, Irlanda e Belgio) anche da parte della Presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Leyen, i Paesi dei Sud-Ovest Europeo devono far fronte comune soprattutto contro la smemorata Nazione Guida Germania, il Paese al quale –in ginocchio dopo le devastazioni belliche – fu dimezzato il Debito di Guerra dai Paesi Vincitori.

Di fronte alla Sordità e alla Insensibilità finora mostrata dalla Nazione di Angela Merkel e dagli altri Stati del Nord Europa verso i Coinquilini della UE maggiormente colpiti dalla Pandemia, occorre mostrare i muscoli. E giocare la partita con estrema spregiudicatezza. Costi quel che costi, costi anche la disgregazione di questa inutile UE. E – perché no – con Francia, Spagna e gli altri sei Paesi si ipotizzi la costruzione di  una seconda Confederazione Europea. A condizione – ovviamente –  che Emmanuel Macron si comporti da persona seria…

Dalle Nostre Parti si colgono i primi segnali delle conseguenze della Crisi Economica. La Bomba Sociale è pronta ad esplodere, bisogna far presto. Bisogna bruciare i tempi per il varo del secondo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, bisogna subito distribuire soldi a quanti i soldi non li hanno più.

E si faccia subito nel tirare le somme, il tempo della pazienza dei disperati sta per scadere!

Di fronte ai catastrofici scenari che si stagliano sul Pianeta che il Poeta definì Atomo Opaco del Male, occorre riscoprire i Valori del Socialismo, i Valori del Cristianesimo sociale, i Valori dell’Etica Kantiana. Come già detto in precedenti occasioni, l’impressione è che il Flagello Covid19 riuscirà a fare ciò che la Politica ispirata dai testi di Marx, dai Vangeli o dagli scritti di Kant non era riuscita finora a fare. Il Flagello del Terzo Millennio – vedrete – finirà col costringere gli uomini a fare i conti con la Umanità Perduta sull’altare del Liberismo e su quello del Turbocapitalismo come oggi si usa definire l’ingordigia di Pochi in danno di Milioni di Persone.

Le vecchie logiche dovranno abdicare di fronte all’incalzare delle Emergenze Economiche e Sociali. Il Mondo dovrà muoversi guardando da altra ottica a Sviluppo e Progresso. Occorrerà un nuovo Pensiero. E nel frattempo che Esso si formi e prenda corpo occorrerà distribuire soldi a che ne è rimasto senza. Lo ha capito anche il Bestione della Casa Bianca al quale va comunque riconosciuto il merito – dopo il folle Negazionismo iniziale – di avere affrontato di petto l’Emergenza Economica annunciando l’apertura di una borsa contenente Duemila miliardi di dollari.

Ripeto: Occorre dunque assicurare il piatto di lenticchie a tutti. Anche a costo di far strappare le vesti a Quanti di lenticchie hanno piantagioni.

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di potermi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale di Italia Notizie 24. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.