Contenuto Pubblicitario
Mondiali 2022, giorno 5: Ronaldo fa suo un altro record

Mondiali 2022, giorno 5: Ronaldo fa suo un altro record

24 Novembre 2022 0 Di Matteo Cefalo

Mondiali 2022, giorno 5: il Portogallo supera il Ghana grazie anche ad un altro record di Ronaldo; vincono Brasile e Svizzera; quarto 0-0

Mondiali 2022, giorno 5: un camerunense inguaia il Camerun, Uruguay e Corea del Sud confezionano il quarto 0-0 del torneo

Nel quinto giorno dei Mondiali 2022 scendono in campo gli ultimi due raggruppamenti, il Girone G ed il Girone H. Nel primo salgono congiuntamente in vetta Brasile e Svizzera. I verde-oro, infatti, superano la Serbia grazie ad una doppietta di Richarlison, confermandosi tra le favorite al successo finale. Mentre i mattatori dell’Italia alle qualificazioni si impongono di misura sul Camerun. Nel secondo, invece, il Portogallo ottiene il primo posto in solitaria grazie al quarto 0-0 della manifestazione, arrivato nell’altro match tra Uruguay e Corea del Sud. I lusitani, infatti, si disfano del Ghana per 3-2, con Cristiano Ronaldo che diventa il primo calciatore ad aver segnato in cinque diverse edizioni della Coppa del Mondo.

Il giorno 5 dei Mondiali 2022 si apre alle 11:00 con la sfida tra Svizzera e Camerun, appartenenti al Girone G. Nella prima frazione i Leoni d’Africa si dimostrano molto più vivaci. Ma contestualmente sprecano molto. Infatti, prima Toko-Ekambi si divora un gol già fatto, dopo che Sommer aveva respinto una conclusione di Mbuemo. Poi il portiere ribatte anche un diagonale del veronese Hongla. E così in avvio di ripresa sono gli europei a sbloccarla. La sorte vuole che sia un camerunense naturalizzato svizzero a punire gli africani. Infatti è Embolo a segnare di piattone sull’assist di Shaqiri. Poi Sommer si supera ancora su un tentativo di Choupo-Moting. Mentre l’interista Onana evita un passivo peggiore sul tiro a botta sicura di Vargas. Ma è comunque 1-0. Pur senza brillare, la Svizzera sale in testa al proprio girone. Ha qualche rimpianto il Camerun.

Alle 14:00, invece, è la volta del Girone H, che esordisce con Uruguay-Corea del Sud. Nel primo tempo i sudamericani falliscono due grandi occasioni. La prima con il laziale Vecino, troppo “morbido” di fronte al portiere. La seconda con Nunez, che cicca malamente il pallone occhi negli occhi con Gyu. Ma anche gli asiatici sprecano un’opportunità con Ho. Nella seconda frazione, invece, l’intensità dell’avvio viene meno. Ma nel finale Valverde stampa un palo clamoroso con una gran conclusione dai 25 metri. È l’unico vero squillo della ripresa. E così finisce 0-0. L’esplosività della Corea del Sud si livella perfettamente con l’esperienza uruguagia. È il quarto pareggio a reti bianche dall’inizio del torneo.

Ronaldo fissa un altro record nel 3-2 tra Portogallo e Ghana, il Brasile non delude contro la Serbia

Il giorno 5 dei Mondiali 2022 prosegue alle 17:00 con l’esordio del Portogallo di Cristiano Ronaldo, che affronta il Ghana. Nella prima frazione gli africani sono bravissimi ad irretire gli avversari. Ma nella ripresa succede di tutto. Al 62′, infatti, l’arbitro concede un rigore ai lusitani per un dubbio fallo di Salisu su Ronaldo. E Cristiano non sbaglia, diventando il primo giocatore a segnare in cinque diverse edizioni del mondiale. Ma al 73′ Ayew pareggia i conti su assist di Kudus. Tra il 78′ e l’80’, però, i portoghesi si portano sul doppio vantaggio con due reti in contropiede. Prima con Felix. Poi col milanista Leao. Ma non è finita. All’89’, infatti, l’incornata vincente di Bukari riapre tutto. E allo scadere Williams scivola sul più bello su una dormita di Costa. Il 3-2 è salvo. Il Portogallo rischia ma fa suo il primo posto. Ottimo comunque il Ghana.

Chiude la giornata il match delle 20:00 tra Brasile e Serbia. Nel primo tempo regna l’equilibrio tra le due squadre in campo, col solo Raphinha a trovare una vera e propria conclusione. Da menzionare la gran prova difensiva del fiorentino Milenkovic. Ma nella ripresa i verde-oro escono dagli scudi. Prima il torinista Milinkovic-Savic mura Neymar. Poi lo juventino Alex Sandro centra un palo dalla distanza. Ma al 62′ Richarlison sblocca il punteggio con un tap-in, dopo un tiro di Vinicius respinto dal portiere. Ed al 73′ l’attaccante del Tottenham firma la doppietta con una rovesciata d’autore su cross dello stesso Vinicius. Nel finale il siluro da fuori di Casemiro impatta sulla traversa. Finisce 2-0. Il Brasile non tradisce le attese issandosi a grande favorita del torneo. Non male la Serbia, data da molti come una delle papabili sorprese della manifestazione.

Contenuto Pubblicitario
Banner Istituzionale Italpress 666x82