Mondiali di sci: nello slalom femminile Liensberger domina e fa il bis

Mondiali di sci: nello slalom femminile Liensberger domina e fa il bis

20 Febbraio 2021 0 Di Tommaso Corno

Ai Mondiali di sci di Cortina d’Ampezzo l’austriaca Liensberger domina nello slalom speciale, battendo le super favorite Vlhova e Shiffrin.

Mondiali di sci: è doppietta per Katharina Liensberger, battute Shiffrin e Vlhova

Cortina 2021 Campionati mondiali di Sci alpino. <br /> Katharina Liensberger (Austria) oro nello slalom <br /> Cortina d'Ampezzo 20/02/2021<br /> Photo: Pentaphoto Gio Auletta.

Cortina 2021 Campionati mondiali di Sci alpino.
Katharina Liensberger (Austria) oro nello slalom
Cortina d’Ampezzo 20/02/2021
Photo: Pentaphoto Gio Auletta.

Sono pochi i modi possibili per definire lo spettacolo andato in onda sulla “Druscié A” di Cortina. E forse, di questi, quello più corretto è “lezione di sci”. Una lezione che ha visto partecipe una sola maestra, l’austriaca Katharina Liensberger, che non ha lasciato alcuna speranza alle avversarie nella prova di slalom speciale valevole per il titolo iridato di specialità.

Due manche perfette, un’interpretazione splendida ed una sciata degna di una campionessa. La Liensberger oggi non ha fatto sconti a nessuna delle altre atlete in gara, men che meno alle favorite della vigilia Petra Vlhova e Mikaela Shiffrin, arrivate rispettivamente seconda e terza. Già alla fine della prima manche, la sciatrice austriaca aveva accumulato un vantaggio di trenta centesimi sulla Vlhova, e di un secondo e trenta sulla Shiffrin, che si è trovata quarta nella classifica provvisoria dietro a Wendy Holdener.

La seconda manche ha ricalcato le tracce della prima, con l’eccezione di una Holdener che nel finale ha perso tantissimo, concedendo di conseguenza il bronzo alla campionessa americana, che raggiunge così la sua quindicesima medaglia ai Mondiali di sci ma deve interrompere la striscia di successi in slalom che la vede regina dal 2013 ad oggi.

Liensberger: una seconda manche da urlo

Cortina 2021 Campionati mondiali di Sci alpino. Cortina d'Ampezzo 20/02/2021, Katarina Liensberger (Austria),<br /> Photo: Gabriele Facciotti Pentaphoto.

Cortina 2021 Campionati mondiali di Sci alpino. Cortina d’Ampezzo 20/02/2021, Katarina Liensberger (Austria),
Photo: Gabriele Facciotti Pentaphoto.

Al cancelletto di partenza la Liensberger aveva tutto da perdere. Per un’atleta che non ha mai vinto in Coppa del Mondo, arrivare all’inizio della seconda manche con un vantaggio così importante su delle campionesse indiscusse comporta sicuramente una pressione elevatissima. Anche la pista poteva trarla in inganno, con una visibilità molto ridotta in quota e una seconda metà del tracciato rovinata dal passaggio delle atlete.

Ma tutto questo, per la ventitreenne di Feldkirch, non ha avuto importanza. La sciata messa in pista è esemplare di chi conosce le proprie potenzialità ed è capace di sfruttarle. E proprio in quel tratto rovinato, dove perdere tempo sarebbe stato più che normale, Katharina riesce a fare la differenza, mettendo a segno il miglior tempo intermedio ed allungando sulle rivali di almeno trenta centesimi. Se questa è la sciata che sa mettere in pista, e che ha già saputo mettere in pista nel parallelo di martedì, sicuramente non sarà l’ultima volta che il nome Liensberger figura sul gradino più alto del podio.

Male le azzurre, Brignone ancora fuori

In casa Italia l’atmosfera è tutt’altra, con risultati deludenti persino rispetto alle basse aspettative della vigilia. La migliore delle azzurre è Irene Curtoni, diciottesima, seguita a ruota da una Martina Peterlini che, almeno nella seconda manche, è riuscita a mettere in mostra una discreta sciata.

Ma il vero disappunto è quello di Federica Brignone, che chiude questi Mondiali di sci già per lei deludenti con un’altra uscita dal tracciato. La valdostana era riuscita a partire molto bene nella prima manche, ma a metà della discesa arriva l’inforcata e la caduta che portano la sua gara ad un termine prematuro. Ai microfoni di Sky, l’azzurra si è lasciata andare, affermando che “I risultati fanno schifo”, ma anche che è contenta della sciata che ha messo in pista questa settimana. Un’analisi condivisibile, dato che i risultati della Brignone non riflettono minimamente la tecnica e la grinta che ha dimostrato nelle varie prove, dove sono stati i singoli errori a dettare il risultato finale.

Domani si terrà il capitolo conclusivo di questi Mondiali di sci che, tutto sommato, non hanno rispecchiato i presagi nefasti percepiti nei primi giorni di gara. Sarà compito dei ragazzi dello slalom Alex Vinatzer, Manfred Moelgg, Stefano Gross e Giuliano Razzoli provare a chiudere quest’edizione su una nota alta. Un compito tutt’altro che semplice, ma nel quale sicuramente i nostri portacolori si impegneranno al massimo.