Moto d’acqua, il campionato italiano fa tappa nel Lazio con il Grand Prix Anzio Aquabike

Moto d’acqua, il campionato italiano fa tappa nel Lazio con il Grand Prix Anzio Aquabike

28 Agosto 2019 0 Di Redazione In24

Dal 6 all’9 settembre il Campionato Italiano Moto d’Acqua 2019 fa tappa nel Lazio con il Grand Prix Anzio AquaBike.

Campionato Italiano Moto d’Acqua, dal 6 all’8 settembre la quarta tappa

Quarta tappa nel Lazio per il Campionato Italiano Moto d’Acqua 2019, organizzato dalla Federazione Italiana Motonautica: si terrà ad Anzio in provincia di Roma dal 6 all’8 settembre il Grand Prix Aquabike – Trofeo Regione Lazio, che sarà ospitato nello specchio d’acqua antistante lo stabilimento Tirrenia by Neroniana.

Nelle acque di Anzio, come nelle precedenti tappe di Scalea, Caorle e Idroscalo di Milano, i migliori bikers italiani che si sfideranno nella ancora oggi apertissima lotta per il titolo di Campione italiano delle varie categorie.

E si attendono oltre cento piloti all’evento, supportato dal Comune di Anzio e dalla Regione Lazio che si terrà davanti al lungomare di Riviera Zanardelli, alla Marina di Capo d’Anzio e nelle acque antistanti gli stabilimenti del Tirrenia by Neroniana.

Due le moto d’acqua che si vedranno in gara nelle diverse categorie: SKI e RUNABOUT, ognuna assegnata alle diverse classi e discipline a seconda delle modifiche apportate alla moto e al motore, secondo quanto previsto dai Regolamenti vigenti.

Grand Prix Anzio Aquabike, oltre a Sky, Runabout, Freestyle e Endurance anche la nuovissima categoria Spark

Il Grand Prix Anzio Aquabike “Trofeo Regione Lazio” prevederà oltre alle classiche categorie di Sky, Runabout, Freestyle ed Endurance, anche la nuova ed avvincente categoria Spark riservata ai giovani dai 12 ai 14 anni e dai 15 ai 18 anni.

Quest’ultima categoria, voluta dalla Federazione Italiana Motonautica per promuovere la disciplina anche tra i giovanissimi, ha anche un fine educativo dell’uso del mezzo. Infatti, il disciplinare i giovani piloti fin dall’ambiente scolastico, risulta propedeutico per quella vocazione marina che dovrebbe avere un paese come il nostro, circondato da ben oltre settemila chilometri di coste.

Ecco le caratteristiche di ogni categoria:

  • Sky Circuito – moto d’acqua che si guidano in piedi; sono sicuramente le più tecniche da guidare, occorre un eccellente allenamento fisico e tanto equilibrio per essere un talento. Velocità oltre 100 km/h. Classi: F3, F2, F1, F1 Veteran.
  • Runabout Circuito – Moto d’acqua decisamente più grandi e potenti che si guidano da seduti. Sono le più diffuse in quanto utilizzabili anche da due persone, ovviamente solo nell’uso diportistico. Velocità oltre 130 km/h. Classi: F4, F2, F1, F1 Veteran.
  • Free style – Il vero spettacolo del settore, evoluzioni sempre più incredibili da parte dei piloti più esuberanti di tutto il Campionato; la loro esibizione raccoglie migliaia di persone sia dal vivo sia sui social.
  • Endurance – Questa è la più dura delle discipline, i piloti si sfidano con moto d’acqua da 130 km/h in circuito basato esclusivamente sulla velocità e sulla durata; partecipano a questa categoria i piloti più allenati e pronti a resistere contro ogni avversità. Classe unica F1, F2, F4.

In acqua un circuito realizzato davanti al Circolo Velico La Capannina, un teatro naturale dove sarà possibile vedere le competizioni stando a ridosso del Campo Gara. E dietro, il villaggio dello sport realizzato dall’associazione Cast Sub Roma 2000, con il supporto tecnico della locale associazione MDN Aquascooter.

E sabato 7 ci sarà la “notte bianca dello sport”

L’evento coincide nella giornata del 7 settembre con la Notte Bianca dello Sport ad Anzio, alla quale farà da apertura, per la gioia di un pubblico appassionato, le esibizioni mozzafiato dei piloti di Freestyle con evoluzioni al limite tra acqua e cielo.

L’intera competizione avverrà nel rispetto dell’ambiente che i veri sportivi ed amanti del mare condividono da sempre: infatti i mezzi utilizzati sono motorizzati con tecnologie di ultima generazione ed anche a Quattro Tempi, proprio per garantire un basso impatto ambientale e salvaguardare l’ecosistema marino, protagonista in questa manifestazione unica nel suo genere.

La manifestazione godrà del patrocinio del Comune di Anzio e della Regione Lazio e si avvarrà della collaborazione della Marina di Capo d’Anzio, dello stabilimento Tirrenia by Neroniana, del Circolo Velico la Capannina, della Capitaneria di Porto, della Squadra Nautica della Polizia, della Guardia di Finanza settore navale, della Protezione Civile e della Polizia locale.