Movimento di Cooperazione educativa, a Napoli il 70esimo compleanno

Movimento di Cooperazione educativa, a Napoli il 70esimo compleanno

21 Settembre 2021 0 Di Redazione In24

Il Movimento d Cooperazione Educativa compie 70 anni e festeggia a Napoli il 25 settembre con una giornata di studio su Ecosistemi formativi e lotta alla dispersione e all’abbandono.

Movimento di Cooperazione educativa, una giornata di studio su Ecosistemi formativi e lotta alla dispersione e all’abbandono

Una intera giornata di studio dedicata a Ecosistemi formativi e lotta alla dispersione e all’abbandono è l’evento con cui il Movimento di Cooperazione educativa festeggia i suoi 70 anni.

Il Movimento d Cooperazione Educativa, un’Associazione di insegnanti/educatori per una scuola cooperativa, inclusiva, pubblica, laica, democratica, a sostegno del diritto all’istruzione, è stata infatti fondata nel 1951.

L’vento di Napoli, che rientra nella serie di appuntamenti organizzati in varie parti d’Italia per ricordare questo periodo di forte impegno: il primo si è tenuto a Fano lo scorso maggio, altri si terranno nei mesi seguenti in luoghi simbolo per l’Associazione per storia e iniziative.

L’appuntamento di Napoli, sabato 25 settembre, nella Sala del Capitolo del Convento San Domenico Maggiore (entrata da Vico S. Domenico), e patrocinato dal Comune di Napoli – Assessorato all’istruzione, cultura e turismo, sarà un’occasione per recuperare e riannodare i fili della presenza del Movimento di Cooperazione Educativa a Napoli e in Campania e per tracciare nuovi percorsi educativi ispirati alla pedagogia popolare, rispondenti ai bisogni formativi di oggi e del futuro.

La complessità del territorio si offre da sempre come sintesi emblematica di varietà e contrasti presenti nelle diverse aree del Paese, da Nord a Sud. Perciò, in questa tappa napoletana del 70° del MCE, si parte con forza dal passato per spunti di riflessione e analisi su interventi e progetti del presente e del futuro con chi, a scuola, all’Università e nella società civile, sente il bisogno di contrastare la povertà educativa.

Ritrovando le radici della pedagogia popolare in tante azioni come il doposcuola di Mario Borrelli ai baraccati della Marina, (poi con la Casa dello Scugnizzo), l’Asilo di Vera Lombardi e l’Associazione Risveglio Napoli, il MCE volgerà lo sguardo alla dispersione scolastica e all’abbandono oggi, per intervenire in modo cooperativo e nonviolento. Un incontro, quindi, alla ricerca di nuove piste di lavoro che possano contribuire alla pedagogia popolare con nuovi metodi, tecnologie, vie, per affermare i diritti degli emarginati, l’emancipazione di tutti, perché solo la cultura e l’educazione possono cambiare il mondo!

Per partecipare all’incontro è necessario iscriversi nel sito: : https://forms.gle/oiEAc8eZTVi1RTHh9
con le possibilità di:

  • partecipazione fisica limitata a 50 persone (indispensabile il green pass)
  • partecipazione sulla piattaforma meet del MCE con numero max 100 persone
  • assistere allo streaming in diretta su You Tube, il cui link è https://youtu.be/p8R9tnqGvyI

Per informazioni è possibile contattare: napoli@mce-fimem.it – tel 3386265818.