Napoli-Empoli, i due nanetti del gol illuminano il San Paolo. Finisce 5 a 1

Napoli-Empoli, i due nanetti del gol illuminano il San Paolo. Finisce 5 a 1

02 Novembre 2018 0 Di Marino Marquardt

Per i partenopei 90 minuti di bel gioco contro una volenterosa squadra avversaria.

Un tocco magico di Lorenzo Insigne, due fucilate dalla distanza e un tocco di Dries Mertens, una conclusione di Milik e una botta di Caputo fissano il risultato

La verve dei due nanetti del gol regala sorrisil ed emozioni agli spalti del San Paolo. Un tocco da bigliardo di Lorenzo Insigne e due fucilate dalla distanza sparate da Dries Mertens con incredibile precisione mettono al sicuro la vittoria del Napoli su un volenteroso Empoli. Premessa migliore per il big match di martedì prossimo contro il Psg del matador Cavani non poteva esserci.

Bagliori in attaco, ordinaria amministrazione negli altri settori. Un buon allenamento e nulla più i 90 minuti nell’inospitale imbuto di Fuorigrotta.

Tra i cenni di cronaca, non sono mancati momenti di affanno nel Napoli dopo il gol di Caputo ad inizio ripresa. L’Empoli accorcia le distanze e dà l’impressione di credere nella possibilità di recuperare il risultato. Carlo Ancelotti comprende che è il caso di tornare a fare affidamento sui titolarissimi. Entrano in campo Callejion e Allan, cambia lo spartito, cambia la musica. Giusto il tempo per i nuovi entrati di prendere la posizione in campo e riecco Mertens, con invidiabile dote balistica, insaccare delicatamente alle spalle del portiere avversario. Un gol  che consente al frugoletto belga di scavalcare Careca nella classifica dei goleador azzurri. Poi l’azione corale che restituisce il sorriso a Milik. E’ un regalo di Mertens: il belga gli mette sui piedi un pallone d’oro. Chiude ancora Mertens che realizza  il quinto gol con la freddezza del killer.

Classifica in stand by aspettando Juve, Inter e Milan…

Claffifica in stand by in attesa delle partite della Juve, dell’Inter e del Milan, tre punti comunque già assicurati per gli uomini di Karl Potter.

La prima giornata del Campionato di Consolazione – quello con il secondo posto in palio – non offre insomma molti spunti al di là della concreta vivacità dei suddetti nanetti in attacco, della buona prova della squadra nel suo complesso e dell’importanza di Allan e Calleijon in campo

Detto ciò, contro l’Empoli una nuova girandola di nomi nella formazione azzurra. Più che di turn-over sarebbe il caso di parlare di tourbillon continuo di uomini e ruoli in questo Napoli dai connotati in continua mutazione. Gli astri finora si sono mostrati benevoli nei confronti di Karl Potter. Ma talvolta anche le stelle possono spazientirsi di fronte a spregiudicate e spericolate invenzioni. Non accadrò martedì, contro il Psg Ancelotti – siatene certi – punterà sul sicuro…

02/11/2018   k.22.25