Napoli, la cura-Gattuso restituisce il sorriso al San Paolo. Gli azzurri ritrovano il gioco

Napoli, la cura-Gattuso restituisce il sorriso al San Paolo. Gli azzurri ritrovano il gioco

27 Gennaio 2020 0 Di Marino Marquardt

 

Scherzi del Calcio, al San Paolo si rivede il Napoli di ispirazione Sarriana contro una spenta Juve di Maurizio Sarri. Bravo Rino Gattuso, il copia-incolla tattico annunciato dal sincero Ringhio alla vigilia del match è riuscito alla perfezione!

Due vittorie in cinque giorni sulla Prima e sulla Terza della Classifica. Le credenziali per la rinascita sono tra le migliori.

Merito di Gattuso che ha saputo restituire alla Squadra grinta e gioco dopo la Narcosi Ancelottiana.

Non si guardi ai Traguardi, si guardi al buon gioco premessa indispensabile per la prossima Stagione. Il Napoli faccia in modo che tifosi e spettatori tornino a divertirsi. Come è accaduto ieri sera.

Gattuso merita la riconferma. E non soltanto perché ha battuto  Juve e Lazio in cinque giorni. Gattuso merita la riconferma perché ha restituito ai giocatori Grinta e Consapevolezza delle proprie capacità tecniche e agonistiche.

Detto ciò, dispiace che la Plebe del San Paolo abbia rivolto insulti e volgarità all’indirizzo del Maestro.

Hanno usato la Malaparola come lenitivo per combattere la frustrazione causata dalle scelte di Carlo Ancelotti, gli Amanti traditi del San Paolo.

La Malaparola – è del resto noto – è l’Antico Rimedio dalle sfumature infantili al quale ricorrono Quanti hanno poche frecce al proprio arco.

Di certo, gli Autori delle contestazioni all’Allenatore in Tuta non hanno giovato alle immagini di Napoli e del Napoli. Meno male che c’è Gattuso…

Ps. Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

27/01/2020  h.07.50