Napoli, Marnavi amplia la flotta Next Geosolution con Iccrea BancaImpresa e BCC Napoli

Napoli, Marnavi amplia la flotta Next Geosolution con Iccrea BancaImpresa e BCC Napoli

12 Ottobre 2020 Off Di Marco Martone

Iccrea BancaImpresa e BCC di Napoli insieme per un finanziamento di 5 milioni di euro a favore del Gruppo Marnavi – Next Geosolutions per l’acquisto della nave NG Worker.

Da Iccrea BancaImpresa e BCC di Napoli 5 milioni per Marnavi/Next Geosolution

Iccrea BancaImpresa – la banca corporate del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea in qualità di banca arranger – e la BCC Napoli sosterranno Marnavi/Next Geosolutions, storico gruppo armatoriale controllato dalla famiglia Ievoli, con un finanziamento da 5 milioni di euro che sarà utilizzato per rilevare la nave NG Worker.

Lo scafo, lungo 89 metri e costruito nel 2009 presso i cantieri norvegesi Fjellstrand, sarà acquisito dal Gruppo singaporiano Swire Pacific Offshore, e verrà gestita dalla Next Geosolutions Europe S.p.A., società del Gruppo Marnavi tra i leader europei nel settore delle geoscienze e dei servizi di ingegneria per i mercati di energia, infrastrutture ed utility, che la impiegherà per un importante contratto a lungo termine nel Mare del Nord.

“L’acquisizione di questo asset strategico rafforza la posizione di leadership del nostro Gruppo nel settore offshore – ha spiegato Giovanni Ranieri, amministratore delegato della Next Geosolutions Europe – e allo stesso tempo sosterrà il percorso di forte crescita e sviluppo dell’azienda facendo fronte ad i numerosi e prestigiosi impegni internazionali dei prossimi anni. Siamo entusiasti di compiere questo ulteriore passo portando avanti il successo di questo progetto assieme a Marnavi e grazie al sostegno della famiglia Ievoli”.

La Marnavi S.p.A. è una compagnia di navigazione che opera nel mercato mondiale dei trasporti di prodotti chimici ed alimentari fondata nel 1910 dalla famiglia Ievoli. Ad oggi è armatrice di 38 navi ed è presente con 6 sedi in tutti il mondo.

Ad assistere le banche coinvolte nell’operazione, lo studio legale Castaldo, Magliulo & Associati, con l’avvocato Alfonso Magliulo per il contratto di finanziamento e l’avvocato Giorgio Filippi, storico avvocato del Gruppo Marnavi, ha fornito l’assistenza alla compravendita per conto degli acquirenti.

“Il sostegno a questa importante iniziativa imprenditoriale – ha detto Amedeo Manzo, presidente della BCC Napoli – è la conferma di quanto sia fondamentale in Italia ed in Campania la presenza delle Banche di Credito Cooperativo che offrono, allo stesso tempo, vicinanza ai territori ed efficienza. La BCC di Napoli, assieme ad Iccrea BancaImpresa, forte dell’appartenenza al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, vuole offrire il suo contributo al rilancio dell’economia campana, attraverso il sostegno sia alle piccole realtà locali che ad imprese di livello internazionale”.

Iccrea BancaImpresa è la banca corporate del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, con un patrimonio al 31 dicembre 2019 di 738 milioni di euro, con 7,3 miliardi di impieghi alla clientela corporate ed è presente con 13 succursali in Italia e due uffici all’estero a Tunisi e Mosca.

“Con quest’operazione – ha dichiarato Carlo Napoleoni, direttore generale di Iccrea BancaImpresa – il Gruppo Iccrea conferma il proprio impegno a supporto dei progetti di sviluppo delle imprese italiane tra cui quelle che operano nel settore navale, un settore strategico per la nostra economia e dove il nostro Gruppo si vuole affiancare ai primari player nazionali”.

Il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea è il maggiore gruppo bancario cooperativo italiano, costituito da 136 Banche di Credito Cooperativo insieme ad altre società bancarie, finanziarie e strumentali controllate da Iccrea Banca. Il Gruppo Iccrea è il terzo gruppo bancario italiano per numero di sportelli, 2.600 in 1.759 comuni italiani, e il quarto per attivi con oltre 155,5 miliardi di euro. Il Gruppo conta inoltre 91,5 miliardi di euro di impieghi lordi e una raccolta pari a 145 miliardi di euro, con più di 4 milioni di clienti e 810.000 soci. Il Gruppo ha un CET 1 Ratio del 15,5% e un TCR del 16,3%. (dati al 31 dicembre 2019).