“Nascerà il Conte Ter”. Lo spiffero di Rocco Casalino spinge Matteo Renzi alla ritirata

“Nascerà il Conte Ter”. Lo spiffero di Rocco Casalino spinge Matteo Renzi alla ritirata

15 Febbraio 2020 0 Di Marino Marquardt

“I resti di quello che fu uno dei più potenti eserciti del mondo risalgono in disordine e senza speranza le valli che avevano disceso con orgogliosa sicurezza”.

Il capitombolo di Matteo Renzi sulla Prescrizione chissà perché riporta alla mente il Bollettino della Vittoria del Generale Armando Diaz datato 4 novembre 1918.

Anche Matteo Renzi aveva un seguito potente, quello del 40 per cento registrato alle Europee del 2014 e successivamente dissolto in seguito a scelte sbagliate dello Stesso…

Fuor di metafora, anche questa volta ha sbagliato a farsi i conti, il Ragazzo.

La Pattuglia di Guastatori Renziani non ha intimorito il Premier Giuseppe Conte. E ora l’Inquilino di Palazzo Chigi – riferiscono Voci di dentro – è pronto ad ingaggiare quella bistrattata Sporca Dozzina di Responsabili ipotizzata da più parti. Quanto potrebbe bastare per mettere fuori gioco il Manipolo di Italia Viva e il relativo Capo.

E ora – dopo le vane minacce e nonostante gli sbizzarrimenti enfatici sul Tema dei Media – l’ex Capo Scout è costretto ad approntare una vergognosa ritirata. “Nun è ommo ‘e conseguenza”, direbbero a Napoli. Perde la faccia? Per Lui non è un problema avendola già persa.

Per il Capo di Italia Viva – detto papale papale –  il vero problema è quello di non uscire dalla Giostra delle Nomine di prossimo conferimento. E l’ipotesi di un “Conte Ter”, spiffero sfuggito dalla bocca di Rocco Casalino lo inquieta oltremodo e lo spinge a frenare in materia di proclami guerreschi.

Morale della favola, il Tizio rischia di finire nello stesso puzzolente posto dove Dante nel canto XVIII dell’Inferno sistemò ipocriti, ruffiani, seduttori e adulatori: nella merda.

Tutto ciò in barba alla troppa importanza che i Soliti Venditori di Titoli continuano a dare a questo Tipetto dal 4 per cento. Non è tempo di NeoMastellismo con un Capetto che fa il bello e cattivo tempo, è tempo di Responsabili sfusi all’insegna di trattative individuali e private.

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di potermi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale di Italia Notizie 24. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

15/02/2020   h.08.00