Oscar 2021: vincono Chloe Zao e Sir Anthony Hopkins

Oscar 2021: vincono Chloe Zao e Sir Anthony Hopkins

26 Aprile 2021 0 Di Fabiana Mele

Covid non ferma gli Oscar 2021. La “quasi normale” 93esima edizione degli Academy Awards premia Nomadland di Chloe Zao e sir Anthony Hopkins (The Fathers).

La notte degli Oscar 2021, che si è svolta in una “quasi normalità” con una cerimonia dal vivo, e nel rispetto dei protocolli anti Covid, premia per la prima volta una donna asiatica, Chloe Zao, e le due opere prime Promising Young Woman’ e ‘The Father’.

Oscar 2021 da record

La cerimonia di consegna degli Oscar si è svolta all’interno della Union Station di Los Angeles: un luogo più arioso che permettesse a tutti i candidati di partecipare in presenza e non in maniera virtuale. E la serata non ha avuto un conduttore principale, ma un cast di 15 presenters, tra cui Angela Bassett, Halle Berry, Bong Joon Ho, Don Cheadle, Bryan Cranston

.E per la prima volta gli Oscar 2021 hanno premiato due opere prime, ‘Promising Young Woman’ e ‘The Father’, dirette e scritte rispettivamente da Emerald Fennell e Florian Zeller, per miglior sceneggiatura originale e non originale; ed è la prima volta, inoltre, che una donna asiatica ha vinto l’Oscar come miglior regia.

Nomadland, il film dell’anno

Nomadland si conferma come film dell’anno nella notte degli Oscar 2021. La pellicola di Chloe Zao sbanca agli Academy Awards, vincendo ben tre statuette: miglior film, miglior regia, miglior attrice protagonista per Frances McDorman.

Uno dei film dal budget più basso di sempre lascia un segno nella storia degli Academy Awards, con la regista che è diventata la seconda donna ad aggiudicarsi la statuetta per la miglior regia.

Ecco un passo del suo discorso di ringraziamento:

“E’ stato un viaggio folle che si fa una volta nella vita. Questo premio va a tutti quelli che hanno il coraggio di tenere fede alla bontà che c’è in sé stessi e negli altri, indipendentemente da quanto possa essere difficile”.

The Father Sir Anthony Hopkins miglior attore

L’Academy ha inoltre proclamato come miglior attore Anthony Hopkins, facendo così sfumare le previsioni per la vittoria postuma di Chadwick Boseman. L’attore britannico è al suo secondo Oscar come miglior attore protagonista per ‘The Father’, film che ha vinto anche per la miglior sceneggiatura non originale di Christopher Hampton e Florian Zeller.

Daniel Kaluuya ha vinto invece l’Oscar 2021 per il miglior attore non protagonista per ‘Judas and the Black Messiah’, mentre quello per la migliore attrice non protagonista è stato assegnato alla coreana Yoon Yeo per ‘Minari’.

Dalla Danimarca il miglior film internazionale

L’Oscar 2021 per il miglior film internazionale è andata al film danese”Un altro giro” di Thoman Vinterberg, che ha ritirato il premio commuovendo tutta la platea: ha infatti dedicato la statuetta alla figlia diciannovenne Ida, morta in un incidente d’auto in Africa durante la lavorazione del film.

Il premio per la miglior fotografia è stato vinto da ‘Mank‘. A vincere per il miglior cortometraggio è stato ‘Two Distant Strangers‘. L’Oscar 2021 per il miglio documentario va a ‘My Octopus Teacher‘. E la statuetta per il miglior film d’animazione va a ‘Soul‘.

Italia a bocca asciutta, omaggio a Morricone

Abbiamo tifato tutti per gli artisti italiani in gara, credendoci fino alla fine; purtroppo, l’Italia, che era in corsa per tre statuettte, torna a casa a mani vuote.
Niente premio per Laura Pausini, candidata con Seen, brano originale per La vita davanti a sé di Edoardo Ponti candidata per la miglior canzone originale, battuta dal brano ‘Fight for You’.

Non ce l’ha fatta nemmeno ‘Pinocchio’ di Matteo Garrone, battuto nelle categorie Miglior trucco e Miglior costumi da ‘Ma Rainey’s black bottom’.

La lista completa dei 23 premi assegnati nella notte degli Oscar 2021

  • Miglior film: Nomadland
  • Miglior regia: Chloe Zhao, Nomadland
  • Miglior attrice protagonista: Frances McDormand, Nomadland
  • Miglior attore protagonista: Anthony Hopkins, The Father
  • Migliore attrice non protagonista: Yuh-Jung Youn, Minari
  • Miglior attore non protagonista: Daniel Kaluuya, Judas and the Black Messiah
  • Miglior sceneggiatura originale: Una donna promettente
  • Miglior sceneggiatura non originale: The Father
  • Miglior fotografia: Mank
  • Miglior film internazionale: Un altro giro, Danimarca
  • Miglior film di animazione: Soul
  • Miglior documentario: Il mio amico in fondo al mare
  • Migliori trucco e acconciature: Ma Rainey’s Black Bottom
  • Migliori costumi: Ma Rainey’s Black Bottom
  • Miglior sonoro: Sound of Metal
  • Miglior cortometraggio: Due estranei
  • Miglior cortometraggio animato: Se succede qualcosa, vi voglio bene
  • Miglior cortometraggio documentario: Colette
  • Migliori effetti speciali: Tenet
  • Migliore scenografia: Mank
  • Miglior montaggio: Sound of Metal
  • Migliore colonna sonora: Soul
  • Migliore canzone originale: “Fight for You” – Judas and the Black Messiah