Home Lifestyle Pasqua a Lisbona con tutta la famiglia, dove andare e cosa vedere

Pasqua a Lisbona con tutta la famiglia, dove andare e cosa vedere

Le vacanze pasquali si avvicinano ed ecco, dunque, che si presenta l’occasione ideale per andare alla scoperta di qualche capitale europea. Lisbona è una destinazione perfetta anche per i giovani viaggiatori. Grazie al clima mite, a una variegata offerta gastronomica, punti di interesse culturale, escursioni e molto altro ancora, la città riesce a soddisfare le esigenze di grandi e piccini.

Per programmare il viaggio ci si può rivolgere all’Ufficio del Turismo-Visit Lisboa. Consigliamo di acquistare la comoda Lisboa Card (da 24, 48 o 72 ore), che permette di viaggiare gratis su tutta la rete dei trasporti e offre ingressi gratuiti in molti musei e sconti per attrazioni e tour guidati. Si acquista online o nelle sedi di Visit Lisboa (Rua do Arsenal 23) e costa 18,50, per la tariffa giornaliera. 

Pesci, ponti e scorci panoramici

Il modo migliore per far amare Lisbona ai più piccoli è portarli alla scoperta scoperta del Parque das Nações, che ospita l’Oceanário il museo oceanografico che testimonia il forte legame della capitale con l’Oceano Atlantico. Qui si possono ammirare ben 15.000 animali e piante appartenenti a oltre 450 specie diverse immersi in 7.000.000 di litri di acqua salata popolano uno spazio espositivo sorprendente che ricostruisce vari ecosistemi dell’Oceano, unico e di rara bellezza. Scopo dell’Oceanário è promuovere la conoscenza degli Oceani, sensibilizzando i visitatori nei confronti della conservazione del patrimonio naturale. Terminata la visita consigliamo di prendere la teleferica alta 20 mt, che collega l’Oceanário al Ponte Vasco da Gama, lungo ben 17,2 km e dichiarato il ponto più lungo d’Europa: il paesaggio sottostante sul fiume Tago merita tante foto e vi entusiasmerà. A proposito di scorci e paesaggi, Lisbona è famosa per i suoi punti panoramici, chiamati miradouros, che offrono scorci di incomparabile bellezza sui quartieri della città. Uno dei più famosi è il Miradouro de São Pedro de Alcântara, e per arrivarci bisogna prendere l’Elevador da Glòria, uno dei più antichi della città. Molto bello e dal sapore neogotico è anche l’Elevador de Santa Justa, in ferro battutto opera di Raul Mésnier, allievo di Eiffel, che offre una vista a 360° sulla città.

Il Parque das Nações ospita anche il Pavilhão Do Conhecimento Ciência Viva, un centro interattivo che organizza regolarmente mostre e attività per bambini e i più grandi. Durante le esercitazioni scientifiche in cucina A Cozinha é um Laboratório si impara a creare lecca-lecca di frutta con ingredienti molecolari e durante l’attività Escavação: ossos do ofício i piccoli aspiranti paleontologi possono cimentarsi con la ricerca di fossili di dinosauri. E dopo tanto sapere, sarà bello immergersi nel Jardim Garcia de Orta, ricco di piante esotiche e rarità botaniche.

Principi e principesse nel castello

Assolutamente da non perdere è una visita del Castello di São Jorge, che domina la città da un’area privilegiata dell’Alcazaba, l’antica cittadella medievale. Si raggiunge con il mitico Tram 28, che si inerpica attraverso gli stretti vicoli in salita del centro: vi fara restare a bocca aperta. Consigliamo di visitare questa fortificazione costruita dai Mori a metà del XI secolo e di passeggiare tra i suoi incantevoli giardini in stile arabo (biglietto: 8,50 euro).

Da lassù, volgendosi verso il fiume, vi aspetta uno scenario mozzafiato, una vista spettacolare su Lisbona, che segue la vostra passeggiata intorno al castello, permettendovi di osservare la città a 360°. Potete poi discendere a piedi attraverso i vicoli caratteristici dal sapore moresco dell’Alfama, e visitare la cattedrale del , simile a una fortezza, curiosando tra i negozi vintage e gustando coi bambini il pastel de nata, il dolce tipico di Lisbona.

Un tour speciale, tra terra e acqua

Se volete regalarvi un giro panoramico di Lisbona assolutamente irresistibile per i bambini, scegliete l’Hippotrip. Si parte su un mezzo anfibio dal Doca de Alcântara, uno dei “docks”, della zona portuale della città, oggi sede di numerosi locali alla moda lungo il Tago. Da qui si può ammirare il Ponte 25 de Abril, copia del Golden Gate Bridge di San Francisco e la statua del Cristo Rei, che domina la città da un’altura di 110 mt, come a Rio de Janeiro. Non troppo lontano il Museu da Marioneta ha un grande fascino sui bambini. Una visita nei weekend permette di avere accesso alle sue “Creative Mornings” durante le quali è possibile partecipare a uno spettacolo di marionette tradizionali interagendo e dando libero sfogo alla creatività!

Il tour Hippotrip è molto divertente e l’ultima parte si svolge navigando nelle acque del fiume, da dove si potrà ammirare la Torre di Belem e il Padrão dos Descobrimentos, di fronte al Monastero dos Jerónimos, monumento monolitico che fu realizzato nel 1960, a cinquecento anni dalla morte di Enrico il Navigatore, per celebrare l’era delle scoperte realizzate dai navigatori portoghesi. Una volta finito il tour, potete seguire il bel sentiero lungo il fiume per arrivare nella zona di Belem, di cui i bambini di sicuro ameranno sentire le storie di avventura dei navigatori. Lungo il percorso si trova il Museo dell’Elettricità, affascinante per adulti e piccini e il fantastico Museo delle Carrozze, meta ideale per le aspiranti Cenerentole.

Gita a Sintra, il “Giardino dell’Eden”

I dintorni di Lisbona sono ricchi di storia e cultura. Con i bambini si può, ad esempio, visitare Sintra, patrimonio UNESCO, un luogo talmente magico che il poeta romantico inglese Lord Byron lo definì «giardino dell’Eden». Nata come insediamento arabo sulla costa a ovest di Lisbona, Sintra fu la residenza estiva dei re portoghesi, e tuttora affascina i visitatori con i suoi palazzi mistici, colorati e unici, che fanno di Sintra la capitale dell’architettura romantica.

Tra i monumenti da non perdere ci sono Palácio Nacional, Quinta de Regaleira, Palácio de Seteais, Castelo dos Mouros e il Palácio da Pena, eletto tra le sette meraviglie del Portogallo. Costruito nel 1840 da re Ferdinando II, Palácio da Pena si erge sulle rocce della Serra De Sintra ed è l’esempio più completo di architettura romantica portoghese, un insieme di stile gotico, neomanuelino, arabo, rinascimentale e barocco.

DOVE DORMIRE

HOTEL MUNDIAL

Situato nel cuore di Lisbona, proprio di fronte al capolinea del tram 28 e a pochi passi dai quartieri centrali Baxia, Rossio, Chiado, è un hotel ideale per andare alla scoperta della città. Dispone di un magnifico bar panoramico e di un ristorante dove si può cenare se si è stanchi dopo una giornata di visite. Le stanze sono ampie e alcune anche comunicanti, adatte a chi viaggia con i figli al seguito.

DOVE MANGIARE

A Palmeira, Rua du Crucifixo 69 (Baixa)

Il locale conserva lo stile di una volta, con la sua sala piastrellata, e serve piatti tipici portoghesi come lo stufato di manzo o il pesce alla griglia. Il costo a pranzo si aggira sui 10 euro.

Il Pizzarium, Rua Comandante Cousteau Lote (vicino Oceanario)

Se volete offrire ai bambini un buon piatto di pasta o una pizza, questo è l’indirizzo giusto dove andare dopo aver visitato l’Oceanário. Buono anche il gelato e con la bella stagione si può godere del dehors all’aperto.

Le docas

Il lungofiume è ricco di numerosi bar e ristoranti dove passare una serata indimenticabile. Potete iniziare con una cena a base di pesce, al Doca Peixe, o al 05 Oceanos, per proseguire con una passeggiata lungo il fiume alla ricerca di un locale alla moda dove ascoltare musica e sorseggiare un buon cocktail in compagnia.

Hard Rock Cafè Lisbon

Per fare contenti i bambini e migliorare la collezione di t-shirt, l’Hard Rock Cafè è la meta giusta. Qui si gustano le tipiche specialità tex-mex, come le fajtas, i nachos con formaggio, e ovviamente tante varietà di hamburger. Per i più salutisti, non mancano ricche e gustose insalatone. Lo shop adiacente vende souvenir targati Lisbona, come felpe, borse e gadget vari, sempre amati dai piccoli viaggiatori.