Home Economia Economia italiana Pasqua, sarà boom di turisti in arrivo da Australia, Brasile e India

Pasqua, sarà boom di turisti in arrivo da Australia, Brasile e India

35
0

Italia destinazione preferita dai turisti extra UE: lo dicono i dati Premier Tax Free su transazioni multi valuta. Boom di arrivi da Australia, India e Brasile.

Pasqua, sarà boom di turisti in arrivo da Australia, India e Brasile

Nei prossimi tre mesi, da Pasqua a maggio, sarà boom di turisti in arrivo da Brasile, Australia e India, che sembrano gradire sempre di più le bellezze e il fascino del nostro Paese. E l’Italia, grazie all’appeal di Milano, Roma e Firenze, sembra essere sempre la meta preferita dei turisti extra europei, soprattutto per lo shopping.

Questi dati emergono dall’ultimo studio diffuso da Premier TaxFree, uno dei principali operatori mondiali nei pagamenti digitali multivaluta e nelle transazioni con rimborso di iva, e contengono prospettive elaborate sulla base di dati del 2017.

Ebbene, dalla particolare prospettiva finanziaria fornita da questi dati ForwardKeys relativi ai flussi incoming, emerge che nel trimestre marzo-maggio 2018, in Italia, ci sarà un incremento complessivo degli arrivi pari al 9,6 per ceno e che questo aumento è dovuto principalmente a turisti brasiliani, australiani e indiani.

E se in generale i turisti extra-europei scelgono – e preferiscono – l’Italia ciò è anche e soprattutto per lo shopping: lo confermano il valore e il numero delle vendite tax free, quelle per intenderci effettuate da stranieri che possono ottenere il rimborso dell’iva locale pagata, cresciute da inizio 2018 rispettivamente del 1o e dell’8 per cento. E l’Italia è l’unico paese europeo a registrare un incremento rispetto a tutti gli indicatori chiave.

Lo Stivale consolida dunque il primato raggiunto nel 2017 in termini di crescita nei volumi di vendite tax free: ai vertici del ranking Europeo 2017 ci sono infatti 3 città italiane con crescite anno su anno pari a +22 per cento per Roma, +21 per Firenze e +20 per Milano, seguite da Madrid (+17%) e Barcellona (+14%).

Con un incremento del 26% nei volumi di vendita rispetto all’anno precedente, Via Montenapoleone a Milano conquista invece la seconda posizione nella classifica delle strade simbolo dello shopping internazionale, dopo Rue Royale a Parigi (+28 per cento) e seguita da Bond Street a Londra (+21 per cento).

Mantenendo una salda terza posizione per volumi di vendite, l’Italia ha concluso il 2017 con un incremento totale su base annua nelle vendite a turisti extra UE del 20,5 per cento, conquistando la prima posizione rispetto al resto d’Europa, fermatosi ad una crescita media complessiva dell’11 per cento.

Se passiamo a considerare le stagioni dello shopping, il periodo preferito da questa categoria di turisti è compreso tra luglio e ottobre, trimestre che ha registrato complessivamente il 42 per cento del venduto totale 2017.

I cinesi protagonisti dello shopping tourism tricolore

Tornando all’analisi dell’anno in corso, nei primi due mesi del 2018 è stato l’arrivo di cinesi, russi e americani – che detengono rispettivamente il 30, il 14 e il 6 per cento del mercato tax free – a determinare la crescita in termini di flussi turistici e di vendite in Italia.

Con una media di 1.177 euro spesi per singola transazione, i turisti cinesi spendono più degli altri per gli acquisti di lusso, seguono gli statunitensi con 1.093 euro e i russi con uno scontrino medio di 773 euro.

Ma se torniamo alle proiezioni per l’immediato futuro, i dati ForwardKeys di Premier Tax Free relativi ai flussi incoming per il trimestre marzo-maggio 2018 dicono che in l’Italia ci sarà un incremento complessivo degli arrivi del 9,6 per cento dovuto principalmente da turisti brasiliani (+29%), australiani (+29%) e indiani (+14%).

“Le nostre analisi, confermano il ruolo di primo piano dell’Italia nel business del tax free in europa – commenta Sara Bernabè, Country Manager di Premier Tax Free in Italia – I retailer nostrani possono affiancare alla propria offerta di altissima qualità, l’esperienza culturale per cui il Paese è noto e fra le mete internazionali più attrattive. L’attenzione massima all’esperienza di ogni singolo shopper deve continuare ad essere pertanto il focus principale di questi esercenti, affinché il primato ottenuto si consolidi ulteriormente. Gli strumenti sono molteplici: dall’accoglienza instore, da personalizzare in base alla nazionalità dell’acquirente, all’integrazione di piattaforme e sistemi digitali con funzioni studiate ad hoc per il supporto pratico degli user sia nelle richieste di rimborso che per i pagamenti via App. Tutti elementi concreti che contribuiscono a creare una customer journey senza pari e degna di un target di consumatori così strategico per la nostra economia”.

 

Negozianti e operatori turistici delle città dello shopping sono avvertiti: ecco tenere d’occhio i turisti in arrivo e saperli trattare con cura.

CONDIVIDI
PrecedenteAvvisaglie di mala Pasqua per il becchino della Morgue del Nazzareno
SuccessivoRenzi e Berlusconi trovano una amara sorpresa nell’uovo di Pasqua dei sondaggi
Pietro Nigro
Giornalista professionista, napoletano, con esperienza di giornalismo su carta, in tv e sul web, nonché di comunicazione e nel mondo dell'impresa. Ha lavorato soprattutto a Napoli dove si è occupato di economia e politica per il Roma, il Denaro e il Corriere del Mezzogiorno. Ha curato uffici stampa e attività di comunicazione istituzionale, tra gli altri, per il parlamentare europeo Ernesto Caccavale, l'Ordine degli Ingegneri di Napoli, l'Associazione nazionale Consulenti tributari di Napoli, il Consorzio nazionale Acciaio, Anida onlus e Itaca ong. Come direttore responsabile, ha fatto nascere l'emittente televisiva calabrese Rete 3, e, come vicedirettore, il nuovo sito di informazione www.scelgonews.it. In precedenza è stato socio fondatore di una nuova impresa di bricchettaggio di lignite in Bashkortostan, di una cooperativa di diversamente abili a Napoli e della prima società italiana di condohotel a Chianciano (Siena). Attualmente collabora con il Sole 24 Ore. Nell'autunno 2015, raccoglie e rilancia l'ennesima sfida professionale: avviare www.Italianotizie24.it, una nuova iniziativa editoriale dal "basso", nata cioè dallo sforzo congiunto di un gruppo di giornalisti di varie parti d'Italia che decidono di "mettersi in proprio" per far nascere il "loro" giornale.